Utente 847XXX
Salve, ho un grosso problema che cerco di risolvere da molto tempo. Tutto è cominciato nell’agosto del 2005, il primo sintomo mi portava nell’atto respiratorio una completa secchezza delle mucose nasali. Avvertivo quindi un’ aria fredda che mi causava la produzione di catarro in gola.
Il tutto e’ iniziato dopo essere stato da un dentista e nello stesso mese sono stato operato a una ciste sul petto tanto da pensare a un fatto infiammatorio dovuto da qualche infezione .
Notando un gonfiore alla parotide mi sottoponevo all’ esame, dell’agoaspirato. La diagnosi microscopica diceva “Quadrocitomorfologico come per cisto-adeno-linfoma (tumore di Wartin). Negativo per cellule atipiche.
Ho effettuato una risonanza magnetica al collo, il giudizio diagnostico affermava “Ghiandole parotidi di volume leggermente asimmetrico per lieve ipertrofia della porzione caudale del lobo superficiale sx. Nel contesto di quest’ultimo si apprezza una minuta immagine cistica (3mm). Si associa modesta ectasia del dotto Stenone omolaterale. Non si apprezzano tumefazione linfonodalilatero-cervicali. Laringe e trache in asse di regolare morfologia.
Ho fatto 10 volte, nei 3 anni, il test HIV con esito sempre negativo. Markers epatici negativi
Ho effettuato altri esami diagnostici, dove risultavano valori IgA, IgM, Igc completamente nella norma.
Ho anche effettuato il tampone faringo-tonsillare con risulato negativo.
Risultano invece presenti l’Ab ANTI TOXOPLASMA IgG, l’Ab Citomegalovirus IgG, Ab Antirosolia IgG, Epstein Barr virus IgG. Mentre per tutti le IgM sono nella norma.
Ul timamente sono state esaminate le sottopopolazioni linfocitarie, coni seguenti valori: CD4+/CD8+ 1,22 (i volori di riferimento sono 1,4 – 2,4);NK Lymphs (CD16+56+)Abs Cmt 593 (valori di riferimento 90 – 590).
Cd3+ 62 cd4+ 33 cd8+27 cd19+10 cd16+26 lymphosum 98
Nel settembre 2007 mi sottopongo ad un intervento alla parotide per esportazione cisti-adeno-linfoma (tumore di Wartin), ma con esito negativo dell’operazione, in quanto nulla è stato trovato dal primario, a causa di inesperienza.
Mi resta però il problema di avvertire aria fredda nell’atto respiratorio.
Sono sopraggiunte dolori alle articolazioni con ginocchie che scricchiolano e le feci da tre anni sono molle.
Sicuro della vostra attenzione e ansioso di risolvere il problema al più presto, distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Boris Franzato
24% attività
4% attualità
12% socialità
CASTELFRANCO VENETO (TV)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente il suo caso è di pertinenza dell'otorinolaringoiatra cui vedo ha già indirizzato la richiesta e dal quale ha già avuto una risposta.
La saluto cordialmente