Utente 288XXX
Salve. L'anno scorso ho subito l'estrazione di un primo premolare superiore. Dopo l'estrazione, il dentista inserì l'impianto e richiuse il tutto. Dopo 6 mesi vi fu l'applicazione della capsula sull'impianto. In seguito all'estrazione del premolare, si è creata una vera e propria depressione nella gengiva, presente ancora oggi. Cioè al di sopra del premolare(dove ora ho l'impianto con la capsula) si è creata una vera e propria rientranza, diciamo, ben visibile. Il dentista, se non erro(come dicevo oramai è passata una bella dose di tempo) mi disse che il problema si sarebbe risolto,ma ad oggi, dopo vari mesi e mesi, a me sembra ancora ben presente. Vero è che, mi sembra(ma ripeto mi sembra) meno profonda, questa depressione, rispetto a tempo fa, ma è soltanto una mia ipotesi.

Ora mi chiedevo: la gengiva rimarrà sempre così?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Se parla di un difetto di spessore rispetto ai settori limitrofi dove son presenti i denti la risposta e' si.
Il tempo non migliorerà la situazione, quando si estrae un dente il processo alveolare subisce un riassorbimento.
Se l'estetica non la soddisfa e' possibile correggere parzialmente la situazione con specifiche tecniche di chirurgia mucogengivale che dovranno essere eseguite da professionisti con una buona esperienza in questo campo altrimenti il rischio è quello di peggiorare ulteriormente la situazione.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 288XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio dottore. Comunque sì, si è creato,come dicevo,proprio un "fossetto" nella gengiva,a partire, salendo,proprio dal dente(cioè dove ora è la capsula), fino alla cd "gengiva aderente". Comunque a questo punto credo di aver ricordato male, cioè forse il dentista non inserì l'impianto subito dopo l'estrazione, altrimenti non si sarebbe formato questo problema... Ad esempio nell'altro impianto(molare inferiore) questo problema non si è creato(quì però inserimmo dell'osso "artificiale" che si formò col tempo,quindi non so se abbia bloccato il processo di riassorbimento) e non capisco come mai nel caso del premolare invece sì. Sinceramente sono un pò infuriato in questo momento,perchè il dentista mi disse che si sarebbe risolto e ora mi trovo con questo vero e proprio fosso nella gengiva.

Dal punto di vista "clinico", questa cosa comunque cosa può comportare nel tempo?
[#3] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Dal punto di vista clinico questa cosa non comporta nulla.
Non e' vero che inserire un impianto subito dopo l'estrazione previene il riassorbimento osseo, per limitarlo vanno utilizzate altre accortezze.
Provi a leggere l'articolo sugli impianti post estrattivi pubblicato sul nostro sito:
http://www.medicitalia.it/minforma/odontoiatria-e-odontostomatologia/1475-impianti-immediati-post-estrattivi.html

A livello dell'arcata inferiore probabilmente c'era più osso la corticale vestibolare era più spessa ed il riassorbimento e' stato inferiore

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 288XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio dottore per l'articolo, ora mi è tutto più chiaro.
Fortuntamente comunque a livello estetico non è così notabile,anche se sorrido, perchè comuqnue la depressione non è così evidente. Mi chiedevo comunque, volendo effettuare una chirurgia mucogengivale, la possibilità di successo di questa operazione è, nella norma, abbastanza alta? Cercando un pò in rete leggevo che una parte di gengiva,diciamo, viene "estratta" da altre zone della bocca(in quali di particolare?) ed essa poi viene applicata sulla zona da "guarire". Alla fine a me interesserebbe semplicemente ricostuire la parte di gengiva appena poco sopra il dente, perchè diciamo che la depressione presente nella parte ancora più superiore della gengiva(diciamo la zona dove sta anche il cd "frenulo labiale", non è, ovviamente, esteticamente notabile..
[#5] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
E' una tecnica che in mani esperte ha una buona predicibilità...senza dimenticare che un dente e' un dente e un impianto e' una protesi
[#6] dopo  
Utente 288XXX

Iscritto dal 2013
Capito, quindi diciamo che anche con tale operazione, in presenza di un impianto e non di un dente vero e proprio, c'è qualche "complicazione" su questa operazione di "ricostruzione" della gengiva?
[#7] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Non solo e' come dice lei ma bisogna anche entrare nell'ordine di idee che l'estetica di un lavoro protesico difficilmente potrà in tutto e per tutto essere analoga a quella naturale di un dente circondato dal suo parodonto.
[#8] dopo  
Utente 288XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per la risposta dottore. Comunque proprio in coincidenza di questo impianto, ogni tanto sento un leggero fastidio e non capisco da cosa derivi. Non è un dolore vero e proprio, ma un piccolo fastidio che avverto proprio in corrispondenza della capsula e quindi dell'impianto. Ho l'impianto oramai già da mesi e mesi, non si muove o cose del genere e ci mangio sopra tranquillamente. Cosa potrebbe essere?