Utente 566XXX
Egregi Dottori buongiorno,
esattamente 1 settimana fa ho fatto una caduta in bicicletta ed ho sbattuto le costole DX su di una pietra. Sul momento il dolore è stato fortissimo e mi sono accasciato a terra per un po di minuti, poi sono andato a casa in condizioni tutto sommato buone. I giorni a seguire avevo un po di dolore alle costole, ma del tutto sopportabile, dormivo normamlmete guidavo normalmente e facevo tutto in condizioni quasi ottimali. Ma dopo circa 4 giorni,il dolore è aumentato sempre piu fino a quando non sono rimasto praticamente bloccato ed impossibilitato a fare nessun tipo di movimento. Dormire è un'utopia, ad oggi nessuna posizione mi permette di farlo. Ieri ho deciso di andare al pronto soccorso, dove mi è stata fatta una radiografia. La Dottoressa che mi ha visto l'esito, mi ha tranquillizzato dicendo che non vi è frattura e d prendere quindi solo antidolorifici. Inoltre mi ha detto che se fra una settimana il dolore sarebbe aumentato di rifare ancora delle radiografie. Oggi sono totalmente paralizzato anche dopo aver preso 1 aulin a stomaco pieno. Non posso muovere in nessun modo tutta la parte superiore del mio corpo. Il dolore è proprio sotto il pettorale è pungente ed insopportabile. Vorrei chiedervi come mai questi dolori sono comparsi a distanza di 7 giorni dall'incidente? e non subito? Secondo voi devo andare subito a fare un'altra radiografia o devo aspettare un'altra settimana? In che posizione è meglio stare sdraiati o in piedi? Inoltre vorrei chiedervi se posso fare stretching e distendere le costole che mi si stanno intorpidendo e mi fanno sembrare il gobbo di notredam, posso fare allungamenti(dolorosissimi) o peggioro la situazione?
Grazie infinite a chi vorra dare anche solo qualche consiglio

Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Gian Luca Natali
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
i traumi del torace sono particolarmente dolorosi anche in assenza di fratture perche la gabbia toracica è in continuo movimento per la respirazione pertanto la parte contusa non può essere messa a riposo.
Il fatto che non si siano viste fratture all'Rx torace non significa che non ci siano, a volte infatti divengono visibili dopo diversi giorni, inoltre la porzione anteriore delle coste che si articola con lo sterno è cartilaginea e quindi non visibile con i radiogrammi.
Il dolore può peggiorare nei giorni perchè se ci sono fratture la mobilità costale e l'ematoma che si forma irritano il nervo intercostale.
In casi come il Suo la terapia antalgica deve essere fatta a dosi piene e il dolore deve essere tenuto sotto controllo durante tutto l'arco del giorno e della notte. Questo per evitare complicanze da ristagno di secrezioni dovute al respiro antalgico (superficiale) e all'impossibilità di tossire.
L'assunzione di 100 mg di nimesulide una tantum è una terapia inadeguata.
Consulti il Suo Medico per la terapia idonea, eviti di fare esercizi ginnici e se peggiora ripeta gli esami strumentali.

Cordiali saluti