Utente 317XXX
Salve,
ho 35 anni e da un anno sto controllando la IOP che si aggira, di sera, intorno ai 19 / 20 mmhg. Pare che io abbia una cornea più spessa, per cui lo specialista mi ha comunicato che la pressione effettiva e di circa 1,5 in meno rispetto a quella rilevata (per cui 20 diventa 18,5 circa). Un anno fa ho effettuato un campo visivo che è risultato perfetto. Ho - 3 di miopia e a 16 anni mi effettuarono laser per rottura retina in un occhio. Mio padre soffre di una grave forma di glaucoma ad angolo aperto che gli ha quasi tolto la vista ad un occhio e dopo una lunga terapia farmacologica, nonostante abbia effettuato laser slt ad un occhio ed abbia una valvola express mini shunt nell’altro (quello più danneggiato) e continui a usare due colliri, la pressione media è di 20 anche per lui. Per questa familiarità il dottore mi sta controllando la pressione da un anno, ogni 3 mesi, ma non mi ha dato nessuna terapia. Mi ha suggerito di ripetere il campo visivo ad un anno e mezzo dal primo.
Vi sembra corretto che io non segua ancora nessuna terapia?
Esiste, inoltre, una terapia efficace che funga da neuro protezione per il nervo ottico di mio padre? Il dottore sostiene che non esiste nulla che aiuti il nervo ottico e ora gli effettuerà di nuovo il laser slt ad entrambi gli occhi (a distanza di un anno dall’impianto della valvola in uno e del laser nell’altro).
Perdonatemi la confusione dell’esposizione e grazie di cuore.
[#1] dopo  
Dr. Valerio Bo
24% attività
4% attualità
16% socialità
MELE (GE)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Salve, cerchiamo di organizzare la risposta:

- per quanto riguarda suo padre: in effetti esistono neuroprotettori, per il glaucoma in particolare si utilizza una molecola chiamata citicolina. Ovviamente non siamo autorizzati ad aspettarci miracoli, ma è una cosa che può sicuramente essere presa in considerazione. Esistono diversi prodotti commerciali (Neukron ofta ed Eukom 1000 per citarne due come esempio), e sicuramente il vostro oculista saprà indicarvi quello più adatto al caso di suo padre.

- per quanto riguarda lei: personalmente al momento non le prescriverei nessun farmaco ipotonizzante visto che, a quanto ci riferisce, lei non ha problemi di IOP elevata né di glaucoma, ma ha una famigliarità per il glaucoma.
Esistono diversi fattori di rischio per l'insorgenza di glaucoma ad angolo aperto, tra questi famigliarità e IOP elevata, ma anche età (nell'anziano il rischio di glaucoma è maggiore rispetto al giovane), patologie sistemiche come il diabete e altro.
Nel suo caso c'è un solo fattore di rischio, ovvero la famigliarità. Al momento non mi preoccuperei, ma continuerei sicuramente ad eseguire controlli periodici.
Oltre all'esame del CV eseguirei anche una valutazione dello spessore delle fibre nervose (viene valutato o con OCT o con HRT)

Spero di esserle stato d'aiuto, resto a disposizione

PS. può trovare qualche approfondimento qui http://www.medicitalia.it/blog/oculistica/6442-pressione-occhi-glaucoma.html
[#2] dopo  
317373

dal 2017
Grazie di cuore.
[#3] dopo  
Dr. Valerio Bo
24% attività
4% attualità
16% socialità
MELE (GE)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Di niente.
Per completezza aggiungo solo che anche la miopia è un fattore di rischio. Nel suo caso è una miopia lieve, quindi meno rilevante, ma ci tenevo ad essere del tutto chiaro.

Resto a disposizione,

[#4] dopo  
317373

dal 2017
Grazie di cuore Dottore.
E' stato gentilissimo e molto accurato nella risposta.
Un cordiale saluto.