Utente 400XXX
Buongiorno,

È da circa dopo colazione che sto accusando dispnea e peso sullo stomaco, con conseguente tachicardia e calore al volto. Quel che mi preoccupa è la dispnea, sento come se dovessi respirare più volte con il naso, anche se faccio respiri profondi, mi sento lo stesso bloccato e mi causa un po' di ansia. Potrebbe trattarsi di insufficienza cardiaca, di un disturbo polmonare o semplicemente ansia? Ringrazio anticipatamente e cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Alla sua eta' propenderei per l'ansia....
Arrivederci
cecchini
[#2] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Gentilissimo dottor Cecchini,

La ringrazio per la risposta. Quindi in parole semplici posso stare tranquillo? In effetti se parlo con qualcuno e spiego di avere dispnea non penserebbe a qualcosa di grave, anzi non mi crederebbe proprio! Anche se purtroppo, la avverto in modo fastidioso. Quest'anno ho già fatto esami della tiroide ed Ecg al pronto soccorso tutto normale. La ringrazio ancora.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Si tranquillizzi
Arrivederci
cecchini
[#4] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Salve ancora,

I sintomi si sono ripresentati circa 10 minuti fa (compreso adesso) con dispnea, tachicardia e palpitazioni. Forse è il fatto che ho mangiato abbastanza pesante a tavola, ma vorrei averne la conferma per essere più "sicuri". Mi scuso per il mio continuare di domande sui miei sintomi. La ringrazio ancora.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La sua è ansia
Che probabilmente va curata
Ne parli con il suo medico
[#6] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio ancora per la tranquillizzante risposta. Dottore le volevo chiedere cosa sono dei battiti abbastanza lenti che mi causano fiacchezza come se il cuore non riuscisse a pompare o come se non volesse battere. È chiamata aritmia ch Eva indagata con un Holter? La ringrazio.
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No, va indagata da uno psichiatra
E con questo la saluto
Cecchini
[#8] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Gentile dottore,

Prima di chiudere definitivamente il consulto avrei una domanda riguardo le extrasistole e la cosiddetta pausa compensatoria: Perché avvengono le extrasistole? Sentire quel battito potente diverso dagli altri, che fa pensare di avere il cuore fermo per un attimo... Perché avvengono? Nonostante non fumo e non faccio uso di altre sostanze mi chiedo cosa potrebbe essere ma la cosa che fa paura è cosa può scatenare, una fibrillazione ventricolare per esempio.. Spero che lei mi Levi questo dubbio che mi tormenta. La ringrazio infinitamente.
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Ognuno di noi ha paura di morire
È questo accade in ,italia 70000 volte all anno, 200 al giorno, una ogni otto minuti
Quindi siamo tutti possibili obiettivi dell arresto cardiaco
Lei ha dei grossi problemi ansiosi che l'ammettono in allarme per banali extrasistoli
Quindi è inutile che continui a inviare post identici perché otterrà le medesime risposte
Cecchini
[#10] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Dottore la ringrazio per la risposta.

Lo so benissimo che succede come da lei scritto, ma oltre alle "banali" extrasistole avverto dei dolori che POTREBBERO essere di causa patologica. Come il dolore al braccio, al petto, alla schiena e alla mandibola che mi preoccupano molto. La ringrazio ancora.
[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Sono banali dolori osteo muscolari
Non è malato di cuore
Se ne faccia una ragione
Con questo la saluto
Cecxhini
[#12] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Salve, la ringrazio ancora.

Dottore è possibile che potrei ammalarmi di cuore a 20 anni? Potrei presentare un infarto improvvisamente? Precisamente non parlo della morte improvvisa ma dell'infarto vero e proprio con sintomatologia dolorosa. La ringrazio e la saluto anticipatamente.
[#13] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L' infarto miocardico e' rarissimo alla sua eta'.
Mi pare che lei abbia dei notevoli problemi di ansia che non possono essere certo risolti da un cardiologo ma da uno psichiatra.
Con questo la saluto

cecchini
[#14] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Quindi mi scusi dottore, è raro ma potrebbe venire? Anche non avendo familiarità, ne sono fumatore e non sono sovrappeso?
[#15] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Esatto
anche quando é prudente in macchina o.motorino può morire per incidente stradale no?
ci sono 5000 morti sulle strade in italia ogni anno
Arrivederci
[#16] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Quindi dottore, che senso ha vivere se siamo tutti bersaglio di morire improvvisamente? Perché succede? Non capisco...
[#17] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Io non faccio il filosofo, ma il cardiologo.
la stragrande maggioranza delle persone vive fino all'eta' media per quella Nazione.
Se ne faccia una ragione.
Arrivederci
[#18] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Mi scusi la mia domanda.. Età media intende 50 anni?
[#19] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No la vita media in Italia per le donne e' 86 anni e 84 anni per gli uomini, mi pare.
La saluto
cecchini
[#20] dopo  
Utente 400XXX

Iscritto dal 2016
Ah ecco, mi sembrava assurdo se intendeva 50 anni! Nessuno vorrebbe vivere fino a 50 in effetti.. Comunque dottore, io sono un ragazzo che ha paura di morire giovane per qualche aritmia mortale (fibrillazione ventricolare improvvisa) e forse è una paura "giusta" che vale per tutti noi esseri viventi. Il fatto è che, non accetto che potrei morire improvvisamente in questo modo, è assurdo! Non riesco ad accettare che il cuore potrebbe andare in "tilt" e fermarsi per sempre. Sinceramente più che uno psichiatra avrei voglia di parlare con un cardiologo di questa cosa, dato che riguarda l'organo cardiaco. Può darmi qualche consiglio? Anche perché lei ha più esperienza di me, lei sa cosa è la vita mentre io ancora faccio diciamo le "ragazzate" come uscire, divertirmi anche se ultimamente non riesco a causa di questo problema. Spero che lei potrà aiutarmi... La ringrazio
[#21] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei pensa che qualcuno NON abbia paura di morire di morte improvvisa?
Lei e' ossessionato da questo pensiero, ed e' questo che e' patologico.
Non ci sono consigli se non quelli che sa già'..non fumare...non bere alcolici..camminare...etc etc.
MA rispetto alla morte improvvisa questa prevenzione serve a poco.
L'unico sistema al momento per ridurre la mortalità' e' la diffusione capillare dei defibrillatori pubblici
Con questo la saluto
cecchini
www.cecchinicuore.org