Utente 119XXX
Preg.mo Dottore
sono portatrice di n. 4 stent coronarici e uno carotideo; probabile causa dislipidemia familiare.
Nel maggio 2015 infarto miocardico parcellare in paziente con esiti di plurime angioplastiche coronariche e stenosi residue per il momento non emodinamicamente significative.
Il motivo per cui mi sono permessa di scrivere è il seguente:
data la mia particolare situazione è più opportuno essere seguita, curata da un cardiologo oppure da un cardiologo emodinamista?
In attesa di una Sua illuminate risposta, La ringrazio e Le invio i miei più cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, la cardiologia è un'unica branca con differenziazione in ultra specializzazioni....l'emodinamica è una di queste, ma la valutazione pre e post procedurale può essere fatta da qualunque cardiologo...L'importante è che sia all'altezza e questo vale per ogni tipo di problema medico.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
Preg.mo Dott. Rillo
anzitutto La ringrazio per la sollecita risposta.
Volendo farmi seguire ovviamente da un unico specialista volevo cortesemente sapere se dovrà essere un cardiologo oppure un cardiologo emodinamista.
Mi scuso e La ringrazio ancora per il chiarimento che vorrà fornirmi.
Cordiali saluti