Utente 321XXX
Carissimi Dottori,
sono un ragazzo di quasi 24 anni e l'anno scorso, a Settembre 2015, mi è stata diagnosticata alopecia androgenetica, e subito dopo ho cominciato le cure a base di minoxidil (prima 2%, ora a 5%), integratori e shampoo sebostatico.

Già dai 18-19 anni notavo un piccolissimo diradamento alle tempie ma quasi non ci facevo caso, poi con gli anni è diventata una leggera stempiatura che progrediva e mi sono molto allarmato, e sono corso dal dermatologo. Sopra ho ancora un enorme massa di capelli, il vertice non è stato intaccato (fortunatamente). Infatti ho sempre avuto capelli dal fusto molto doppio e mi sembravano strani negli ultimi 2- 3 anni. Ho sempre avuto un'attaccatura un pò alta ma non avevo stempiature. Mio padre è molto stempiato anche se sopra e dietro mantiene una discreta densità, mia madre è diradata, nonno materno calvo, e io stavo cominciando a perdere, infatti il dermatologo mi ha chiesto i nonni materni come erano messi e purtroppo hanno passato questo gene anche a me tramite mia madre, anche lei colpita da alopecia, in forma femminile.

Vorrei sapere alcune informazioni, anche se il dermatologo mi ha detto che posso stare tranquillo e se seguo le cure con molta forza di volontà posso recuperarli quasi tutti ma vorrei sapere, in media i bulbi quanto ci mettono per atrofizzarsi completamente?
Inoltre da 7 mesi una discreta parte li ho recuperati e il frontale si sta abbassando leggermente, e anche le tempie cominciano lentamente a riempirsi, e noto una peluria molto folta che sta venendo fuori e che prima non c'era.

Inoltre vorrei sapere un'altra cosa: il mio dermatologo mi ha parlato di cicli di terapia col minoxidil, ovvero ci saranno fasi in cui non dovrò usarlo e fasi in cui dovrò usarlo perchè in futuro potrei avere lievi peggioramenti e quindi devo ricalcare un pò con il minoxidil, però su internet leggo che se si sospende si perdono i benefici ottenuti, ora voglio decisamente sapere se questa è una balla oppure è vero, perchè non è possibile che una volta sospeso i capelli cadono tutti, il dermatologo mi ha detto che una sospensione prematura può far accadere ciò, quindi seguirò tutte le dritte che mi darà.
Su internet ho letto molte opinioni contrastanti, addirittura leggevo che i capelli persi non si recuperano più, invece nel mio caso sta avvenendo il contrario.

Visto che adesso mi trovo su un sito di medici preferirei sapere, indipendentemente dalla mia situazione che è solo fronto parietale su cui sto lavorando col minoxidil, a cosa andrò incontro dal punto di vista della sintomatologia e se curata bene se posso mantenere nel tempo perchè sto ancora messo molto bene.

Mi scuso con voi se ho un atteggiamento ansioso e un pò scontroso ma avere questi problemi già a 23 anni non è il massimo ne per l'estetica ne per la salute psicologica.

Aggiungo che in questi anni ho avuto non pochi problemi psicologici legati ad altri fattori e non alla perdita di capelli e il dermatologo mi ha detto che lo stress psicofisico può essere una delle cause principali, ovviamente legata a fattori ormonali ed ereditari.

Vi ringrazio anticipatamente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Gigli
28% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Per poter rispondere a buona parte delle sue domande e' necessaria una valutazione obiettiva della sua situazione telematicamente e' ovviamente impossibile..
Posso dirle che la velocita con cui un follicolo affetto da aga si atrofizza e' varianile e dipende dall' aggressivita' dell ' aga stessa, a volte qualche anno a volte un decennio, dioende dal singolo caso.
Le cure pee l ' slopecia androgenetica sono abitualmente continuative ma dopo il raggiungimento di i un plateau di effetto si puo' passare gradualmente a dosaggi dimantenimento.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Grazie Dott. Gigli,
la mia è un aga molto lenta, infatti in 5 anni ho stempiato ma in maniera tranquilla, anche se negli ultimi due anni in concomitanza a eventi stressanti la cosa è peggiorata in maniera un pò più veloce, ma credo di essermene accorto in tempo e non ho aspettato ancora.

Poi vorrei sapere, se proprio i risultati raggiunti non mi soddisferanno potrei prendere in considerazione l'idea di un trapianto per aggiustare meglio la linea frontale? a che età sarebbe opportuno?

[#3] dopo  
Dr. Paolo Gigli
28% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Non esiste un ' eta' specifica a partire dalla quale si puo' eseguire un autotrapisnto va valutato il singolo caso e l' evoluzione globale della calvizie.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio dott. Gigli per la sua disponibilità nel fornirmi risposte.

Cordiali saluti.