Utente 326XXX
Buonasera,
porgo la seguente domanda perché non ho trovato consulti simili; chiedo scusa innanzitutto se non potrò esprimermi in gergo tecnico.

Leggendo i consulti ho notato che le carotidi parzialmente ostruite tendono ad essere monitorate per il rischio connesso di ictus cerebrale.
Ho letto di percentuali di ostruzione variabili, mono e bilaterali, ed i casi in cui è possibile (o non più possibile) effettuare trattamento chirurgico.

Non ho letto niente relativamente all'ostruzione totale bilaterale delle carotidi.

Mi riferisco nello specifico a mio padre (77 anni, 180cm, 73kg), ma non avendo sottomano il quadro clinico generale (situazione piuttosto complessa che trascriverò appena possibile), mi limito intanto a chiedervi come sia stato possibile che l'ostruzione totale bilaterale sia stata asintomatica (tranne un evento oltre venti anni fa di ischemia cerebrale transitoria con afasia).

Ringrazio tutti per la cortese attenzione.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Gianni Mobilia
20% attività
0% attualità
0% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2015
Se parliamo di ostruzione delle carotidi interne, la mancanza di sintomatologia è dovuta alla presenza di circoli collaterali da carotidi esterne ed arteire vertebrali. Tuttavia segnalo che l'ecodoppler in mani non esperte può dare una diagnosi sbagliata di occlusione carotidea.