Utente 405XXX
Salve, a metà ottobre scorso, mio figlio con un gesto inconsulto mi ha infilato un dito nell'occhio sinistro; mi sono recato dal mio oculista che ha diagnosticato un'ulcera corneale di lieve entità. Mi ha prescritto la seguente terapia: bendaggio dell'occhio per 3 giorni, pensulvit 3 volte al giorno per 3 giorni e gocce oculari (optive fusion) almeno 4 volte al giorno per sempre dato che soffro di secchezza oculare. Passati i 3 giorni ho tolto la benda ma l'occhio continuava a farmi male e continuavo a vedere annebbiato ma l'oculista mi ha spiegato che un'ulcera corneale non guarisce in pochi giorni ma vanno via anche 2/3 mesi.
Ho continuato a mettere le gocce oculari e ho notato una recidivanza del dolore in concomitanza a variazioni climatiche. Poi a metà marzo si è verificato un aggravamento del dolore con vista totalmente annebbiata cosi' sono tornato dal mio medico che me lo ha bendato nuovamente per altri 2 giorni prescrivendomi la stessa terapia (Pensulvit 3 volte al giorno e gocce oculari almeno 3/4 volte al giorno sempre). Al termine della terapia, il dolore è scomparso ma la vista risulta essere alcune volte chiara altre annebbiata. Ora a distanza di un mese mi è tornato il dolore e dato che sono passati piu' di 6 mesi comincio a preoccuparmi anche perchè documentandomi su internet ho letto che un'ulcera corneale non va sottovalutata e se curata male o se fatto passare molto tempo si rischiano gravi problemi alla vista...addirittura anche la perdita dell'occhio. Sono tornato nuovamente dall'oculista che mi ha tranquillizzato senza però visitarmi e mi ha riconfermato il pensulvit per un mese tutte le sere.
Ora vorrei sapere se devo preoccuparmi e consultarmi con un altro oculista oppure continuare a seguire la terapia prescritta.
In attesa di una vostra risposta vi saluto cordialmente.
[#1] dopo  
Dr. Ferdinando Munno
28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
normalmente questo caso andrebbe analizzato attentamente al microscopio e capire l'entità della pregressa ulcera e se ha lasciato reliquati.
da una visita telematica in questo modo capisce bene che non è possibile analizzare quindi se vuole richieda un secondo consulto spiegando la situazione pregressa e la terapia a lei prescritta in questo periodo. troverete sicuramente la soluzione.
[#2] dopo  
Utente 405XXX

Iscritto dal 2016
Grazie della risposta. Seguirò il suo consiglio e consulterò un altro oculista.
[#3] dopo  
Utente 405XXX

Iscritto dal 2016
Salve, sono stato in visita da un'oculista specializzato sulla cornea spiegando tutta la mia situazione.
Lui mi ha fatto una visita accurata tranquillizzandomi che al momento l'ulcera è chiusa ma va fatto un trattamento per tenere l'occhio sempre ben idratato onde evitare una nuova rottura dell'epitelio .
Inoltre mi ha controllato la vista utilizzando l'atropina e ha riscontrato un lieve astigmatismo fisiologico di 0,25 e 0,50;
a tal proposito mi ha detto che gli occhiali non sono obbligatori ma servirebbero a correggere questo piccolo difetto.
A queste lenti graduate io vorrei associare delle lenti antiriflesso che proteggono gli occhi dalla luce blu dei dispositivi elettronici. Ho trovato opinioni a riguardo sia positive che negative; quindi vorrei un consiglio se queste lenti proteggono realmente dalla luce blu e quali scegliere dato che ci sono diversi marchi che le propongono (Zeiss, Varilux-Essilor, Hoya).
In attesa di una vostra risposta vi saluto cordialmente.
[#4] dopo  
Dr. Ferdinando Munno
28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
le lenti di cui parla funzionano veramente e schermano dalla luce blu dei monitor.
sono poche le case produttrici di questi filtri quindi veramente una vale l'altra poichè le tecniche utilizzate sono le medesime.
si faccia consigliare dal suo ottico di riferimento.
[#5] dopo  
Utente 405XXX

Iscritto dal 2016
Grazie della disponibilità.
[#6] dopo  
Utente 405XXX

Iscritto dal 2016
Salve, riflettendo su cio' che mi è accaduto e sull'esito dell'ultima visita, mi è sorto un dubbio/curiosità:
L'astigmatismo fisiologico che mi è stato diagnosticato è dovuto all'uso frequente di dispositivi elettronici, è una causa della secchezza oculare o ci possono essere altri motivi?
Inoltre con l'uso delle lenti che mi sono state consigliate andrei a fermare un processo di avanzamento?
Grazie