Utente 409XXX
Buongiorno,sono un ragazzo di 32 anni e prima di scrivere un consulto ho consultato un po sul sito MI e ho notato problematiche simili alle mie,vorrei comunque avere un punto di vista.Sono un infemiere e quindi un po di dimestichezza in questi ambiti ce l'ho ,vorrei comunque avere un parere di esperti in materia,premetto che andrò a visita tra 2 settimane in attesa sarei contento per un vostro aiuto ,la situazione e questa:ho sempre eseguito annualmente ECG ed ecocardio a buon sportivo dilettante e test da sforzo ogni 3 anni,l'ultimo l'ho eseguito l'anno scorso tutto sempre risultato nella norma,avverto sporadicamente degli extrasistoli , a volte a cadenza trigemina soprattutto nei periodi di stress,raramente ne avverto mentre faccio attività fisica,ho anche eseguito un holter che riportava 6 Bev e un trigeminismo VE fin qui tutto okey.Mi sveglio l'altro giorno avvertendo qualche extrasistole molto ravvicinata e una tachicardia veloce,dopo qualche minuto avverto chiaramente il ritmo "sballato" arrivo in ospedale e mi viene diagnosticata una Fibrillazione atriale che va dai 150\170bm rientrata spontaneamete dopo un pio di ore senza l'ausilio di farmaci.Il giorno dopo mi rifanno l'ECG ecocardio tutto nella norma e mi riapplicano l'holter che questa volta riporta 9 BEV bimorfi,I tracciati non mostrano preccitazione sia quelli in condizioni sinusali che quello durante aritmia,il medico mi dice che non e una Fibrillazione atriale preeccitata,chiedo a voi:la tachicardia precedente alla fibrillazione atriale non essendo stata documentata potrebbe essere una tachicardia parossistica pericolosa ?in vbase all 'ECG basale e durante l'aritmia e possibile escludere una preeccitazione ventricolare?un ringraziamento in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Se l'ECG di base non presenta segni di preeccitazione a maggior ragione non è presente durante la fibrillazione atriale. Invece lei a mio giudizio merita un approfondimento aritmologico per la FA anche ai fini di stabilirne le eventuali cause (tantopiù che è uno sportivo e con una diagnosi di FA l'idoneità non è rilasciabile, anche quella dilettantistica).
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 409XXX

Iscritto dal 2016
Grazie molte Dottore,ho sentito dei casi in cui ce gente con preeccitazione che ha una FA,e so che in questi casi e pericolosa,il medico conferma come ha detto lei che nell'ECG basale e durante aritmia non vi e la presenza di preeccitazione,premetto che ascolterò il suo consiglio dello studio ma in attesa vorrei sapere come ultima cosa:e sempre possibile escludere una preccitazione o via anterograda durante i tracciati di aritmia FA e basali(numerosi che ho eseguito)?
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Una preeccitazione che fosse presente occasionalmente (si chiama intermittente) non avrebbe alcun valore perché dovuta a una via anomala senza alcuna capacità conduttiva a rischio e quindi assolutamente innocua e non in grado di giocare un ruolo nella genesi della fibrillazione atriale... ma s vuole la mia opinione li non ha nemmeno una preeccitazione intermittente...se ne faccia una ragione
Saluti
[#4] dopo  
Utente 409XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille Dottore,escludendo la preeccitazione,tachicardie ventricolari potrebbero causare FA o sono due cose distinte?ho eseguito anche un ecocardio,in attesa le porgo i miei piu cordiali ringraziamenti per la disponibilità avuta.