Utente 409XXX
Gentili professori.

Scrivo non solo per elencare una serie di disturbi che sto avendo ormai da alcuni giorni,ma anche per chiedervi consiglio su come agire.
Faccio un excursus.
Nel mese di novembre 2015 mi svegliai di notte in preda a tachicardia e stretta al petto.Portato al pronto soccorso mi fecero ecg che risultò buono e mi dimisero consigliando una visita cardiologica per tranquillità. Visita fatta,ecg rifatto,prova di sforzo,ecocardiogramma e holter tutto ok.
I sintomi si sono ripresentati varie volte,con altre tre corse al pronto soccorso,un'altra visita dal cardiologo sempre tutto ok. Mi hanno consigliato visita gastroenterologica che ho fatto,da cui è uscita una gastrite con reflusso gastroesofageo che ho curato e i cui sintomi si sono affievoliti.Mi ero diciamo tranquillizzato quando sabato scorso ,camminando per strada ho avvertito una fitta al petto,ho cominciato a sudare freddo e avvertivo dolori alle spalle,schiena,collo e braccio sinistro.Andammo a mangiare e mi sentivo nauseato,sensazione che tuttora mi accompagna.Ieri mattina mi sono svegliato con 116 bpm,sensazione di oppressione al centro del petto e spalle che è durata tutto il giorno.Oggi appena sveglio ,sudavo freddo lungo tutto il corpo,fitte sempre più insistenti e malessere generale,con testa tra le nuvole.
La domanda può sembrare banale,ma a questo punto dato che non so più cosa pensare la faccio: cosa ho secondo voi?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, i suoi sintomi sono legati a un problema già diagnosticato, la gastrite, quindi non c'è nulla di razionale per giustificare l sue preoccupazioni su cause cardiache....
Smetta di ritener che sia il cuore o l'ansia diventerà il suo problema più importante
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 409XXX

Iscritto dal 2016
Gentilissimo

Ringrazio per la risposta.
Il punto è questo,mi preoccupa il fatto che ,come tutta la giornata di ieri ad esempio,abbia avuto i battiti molto alti ,con annessi sintomi di confusione ,testa che mi gira in continuazione ,nausea e fitte al petto e al braccio sinistro.È vero che sto diventando ansioso,ma se fosse la gastrite il problema,non c è nulla che si possa fare?e il fatto che il cuore sia così accelerato,non può provocare problemi?
La ringrazio anticipatamente
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Io sono un cardiologo e le posso rispondere solo per problemi che interessano la mia branca...per il resto faccia riferimento al suo gatroenterologo di fiducia.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 409XXX

Iscritto dal 2016
Giusto,ma la domanda che le volevo porre è se questi battiti così accelerati(ieri ad esempio 139)tutto il giorno possano far male.Scusi per le domande che possono sembrare stupide,se lei esclude problematiche annesse al cuore,mi sento più tranquillo.
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non sono i battiti accelerati che possono farle male (non prima di anni di ritmo accelerato), ma la sua ansia patologica...forse sarebbe opportuno non solo rivolgersi al gastroenterologo, ma anche a uno psicoterapeuta....