Utente 409XXX
Salve,
sono un ragazzo di 30 anni. Al momento attuale non ho alcun tipo di problema al mio pene. Tuttavia vorrei effettuare un intervento di circoncisione totale (prepuzio e frenulo, quello che volgarmente viene chiama stile teso e alto) per ragioni puramente estetiche. So che il SSN non offre tale tipo di prestazione. Pertanto ho svolto delle ricerche su internet, e la cosa ha solo aumentato la mia confusione. Ho trovato varie cliniche,varie procedure chirurgiche e una varietà di prezzi che spaziano da poche centinaia di euro a diverse migliaia. Non voglio dilungarmi sul motivo, è una mia decisione presa consapevolmente. Vorrei, se possibile, solo chiedere un parere su come, in maniera corretta, poter trovare supporto (presso strutture private) per raggiungere il mio fine. E' sufficiente rivolgersi a un andrologo? Meglio una clinica? Quale procedura si consiglia per il miglior risultato estetico?
Grazie in anticipo per le risposte

Cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente
provi a contattare il servizio di urologia presso l'ospedale pubblico vicino casa sua. Attraverso una visita andrologica o urologica, i medici la sapranno indirizzare nel migliore dei modi. Altrimenti provi a parlarne col suo medico curante. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 409XXX

Iscritto dal 2016
Salve,
dopo vari dubbi e incertezze alla fine mi sono sottoposto all'intervento. Recupero ottimo e lineare sotto tutti i punti di vista. L'unico difetto putroppo è stato un eccesso prepuziole nella parte anteriore.
Ho chiesto consulto a due specialisti diversi (plastico e andrologo), per avere una valutazione su una possibile correzione (puramente estetica).
Entrambi sono concordi sulla possibilità di reintervento. Sono stato correttamente informato sui rischi, e quello che vorrei evitare è sostituire l'eccesso prepuziole con un cheloide.
Volevo chiedere, a vostro parere, se le possibliità in un secondo intervento sono più elevate oppure, visto che nel primo caso la cicatrice è rimasta elastica e pulita, anche nel secondo caso le probablità di riottenere una guarigione completa siano alte.

Grazie in anticipo per la risposta.

Cordialmente


[#3] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Percentuali alte che la cicatrice sia ottima anche dopo il secondo intervento. A presto