Utente 402XXX
Buongiorno,
Volevo sapere se potete darmi qualche aiuto per un problema... Scrivo per mio marito, siamo sposati da quasi un anno, io 33 anni, lui 36! La sessualità è un disastro! Mentre prima del matrimonio non sembrava avere problemi ed ero io quella che faceva resistenza(infatti non abbiamo mai avuto rapporti prima del matrimonio), dall'istante in cui ci siamo sposati lui sembra aver perso ogni interesse! Per tre mesi dopo il matrimonio non mi ha nemmeno sfiorato, lui diceva che doveva abituarsi al cambiamento... Comunque va be, pian piano sembra essersi abituati e ora ci proviamo praticamente tutti i giorni perché vorremmo avere un bimbo! Il problema è che con me lui non raggiunge mai l'orgasmo! All'inizio c'erano anche problemi di erezione che sembrerebbero passati, ma l'orgasmo ancora nulla e io comincio a essere preoccupata! Io nel rapporto sento male e non provo piacere, ma questo è il meno! Mi sento sempre più disperata perché comincio a pensare che non avrò mai un figlio! È sicuramente un suo problema psicologico, perché dice che non ha problemi se lo fa da solo! Ma questo mi fa stare ancora peggio, perché se fosse un problema fisico magari con qualche farmaco passava, così invece vedo un lungo percorso con poche possibilità di successo! Lui dice che sarebbe disposto anche a prendere il viagra, ma quel farmaco favorisce l'erezione, non l'eiaculazione, giusto? c'è qualche possibilità che anche se c'è questa situazione io possa restare incinta? O c'è almeno qualche soluzione al problema?
Grazie mille!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente
Se suo marito raggiungeva l'eiaculazione prima del matrimonio e la raggiunge al di fuori del rapporto sessuale, allora la soluzione o l'approccio al problema va ricercato con l'aiuto di uno psicoterapeuta della sessualità. Suo marito forse dovrebbe parlare e aprirsi con uno psicologo per affrontare il problema. Mi faccia sapere. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti
40% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012

Gentile utente,

secondo le indicazioni del Dr. Bottai, l' "eiaculazione ritardata" unicamente in vagina è curabile con la psicoterapia sessuale.
Anche qui nel Portale troverà i nominativi di Psicologi Psicoterapeuti perfezionati in Sessuologia, che operano nelle Sua zona.
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
Aggiungo qualche nota a quelle già rivecute ed un articolo sull'eiaculazione ritardata/anorgasmia

http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1600-eiaculazione-ritardata-piacere-tarda-ad-arrivare.html

La diagnosi deve essere scrupolosa e competente, ci sono vari gradi di gravità nel L'eiaculazione ritardata:

1- quando il paziente non raggiunge mai l'orgasmo, soltanto di notte con polluzioni notturne, senza un censorio controllo della coscienza, il super io fa da guardiano al libero fruire e fluire del piacere

2- quando il paziente raggiunge l'orgasmo soltanto con L'autoerotismo, ma da solo, senza la partner

3- quando il paziente raggiunge l'orgasmo con la masturbazione in presenza della partner

4- quando il paziente raggiunge l'orgasmo grazie alla masturbazione o altre pratiche extra coito praticate dalla partner.

"Lui dice che sarebbe disposto anche a prendere il viagra, ma quel farmaco favorisce l'erezione, non l'eiaculazione, giusto? "

Giusto.
La terapia orale agisce sulla seconda fase della risposta sessuale, la fase eccitatoria, non la terza, quella dell'orgasmo ed eiaculazione

La ricerca di una gravidanza di certo non aiuta perché stressa l'intimita