Utente 409XXX
Gentili dottori,
Sono una ragazza di 24 anni e ho effettuato circa una settimana fa la mia prima visita ginecologica. Vorrei premettere che sono fidanzata da molti anni, ma non ho mai avuto rapporti sessuali completi perché la penetrazione con il pene mi ha fatto sempre paura. Tuttavia ho praticato petting negli anni, con penetrazione anche di un dito (chiedo scusa se sto usando un linguaggio poco consono, cerco semplicemente di spiegarmi al meglio). La visita ginecologica ha evidenziato la presenza di alcune piccole bollicine all entrata della vagina e il ginecologo ha ritenuto necessario fare la vulvoscopia : mi è stato acido acetico che si è colorato di viola, e la colpiscopista ha affermato che queste escrescenze sono condilomi consigliandomi di fare la crioterapia in dermatologia. Io sono rimasta sconvolta... Sarà pure il mio carattere ansioso ma volevo indagare di più, perché so che L'hpv nel tempo può provocare il tumore al collo dell'utero, pur sapendo anche che i ceppi che causano i condilomi sono differenti da quelli che causano lesioni cancerose all'utero, ma se fossi affetta anche da un altro ceppo di questo virus? Dato che non ho avuto rapporti completi, i dottori mi hanno detto che non possono indagare sul collo dell'utero, e che dovrò aspettare a dopo la mia "deflorazione". Io intanto non ci sto dormendo la notte, sto male, ho paura. Se L'infezione si fosse propagata anche internamente con la penetrazione del dito e nel tempo che passerà prima del controllo si sviluppasse e mi provocasse danni gravi? E se è già sviluppata E rischio di non prenderla in tempo? Io con questo ragazzo ho comunque contatti da 10 anni. So che il mio comportamento invita a nozze il virus, ma il dubbio mi rende cieca e non mi lascia la possibilità di tranquillizzarmi.
Ci sono analisi ecografiche o di qualsiasi genere per fare i controlli o il pap test è L unica strada possibile? Spero davvero di ricevere una vostra risposta.
Grazie di cuore.
Ps: volevo dire che mi ero rivolta al ginecologo perché avevo avuto per tre volte perdite di muco misto a sangue dopo la palestra e ho visto anche "pezzettini" in fondo al water quando ho avuto tali perdite. Ciò mi è capitato SOLO dopo la palestra e nella settimana credo ovulatoria. Grazie ancora.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Dalla descrizione non sono molto convinto della presenza di una condilomatosi , ma potrebbe trattarsi di una fisiologica "MICROPAPILLOMATOSI vulvo- vaginale (NON VIRALE) che non va assolutamente trattata.
Quindi soltanto un esame istologico (nel dubbio )potrebbe risolvere il dubbio.
Se non è possibile eseguire un esame speculare( con speculum vaginale ) non è possibile eseguire un PAP-test ed eventuale HPV test
SALUTI
Nicola Blasi , MD
[#2] dopo  
Utente 409XXX

Iscritto dal 2016
Dottore prima di tutto grazie per la risposta.
Come è possibile che io sia positiva al test dell'acido acetico (che come le dicevo si è effettivamente colorato di viola e quindi dato positività) sè queste micro escrescenze sono praticamente fisiologiche e non di natura virale? Il test non doveva risultare in questo caso negativo?
Inoltre, ammesso che la diagnosi fosse sbagliata, è pericoloso trattare con crioterapia delle papille fisiologiche?
[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il test a cui si riferisce non è attendibile , non è diagnostico .
Il trattamento è inutile e a volte con dei reliquati.
[#4] dopo  
Utente 409XXX

Iscritto dal 2016
Dottore cosa consiglia? L'esame istologico è possibile farlo in ospedale?
Attendo sue indicazioni per procedere.
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Dipende dal tipo di prestazione che ha previsto il Collega.
[#6] dopo  
Utente 409XXX

Iscritto dal 2016
Dottore come le dicevo, il suo collega mi ha consigliato la crioterapia perché a parer suo il test con acido acetico ha dato conferma della natura virale. Dovrei consultare prima un venereologo?
Sono disperata non so che fare...
[#7] dopo  
Utente 409XXX

Iscritto dal 2016
Gentile dottor Blasi, chiedo scusa se solo adesso mi viene in mente di risponderle! Io le sono immensamente grata per quel che ha fatto per me: grazie al "dubbio" insinuato dopo il consulto con Lei, ho visto un altro specialista che ha confermato la sua diagnosi! Non ho nessun condiloma! GRAZIE DOTTORE, Ogni giorno le mando le mie benedizioni!