Utente 409XXX
Buonasera,
mi rivolgo ad un andrologo su consiglio di un cardiologo contattato su questo stesso sito.
Ho una tendenza all'ipertensione con qualche saltuario problema di tachicardia per i quali già da qualche anno sono in trattamento con mezza compressa al giorno di Lobivon 5 mg (prescrizione del cardiologo). Nel frattempo, già da qualche anno prima, seguo un trattamento per la calvizie (prescritto dal dermatologo) che consiste nell'uso di una lozione e nell'assunzione di una capsula al giorno contenente, tra l'altro, 1 mg di finasteride. Negli ultimi anni ho riscontrato, via via sempre più frequentemente, dei problemi di erezione (sia in presenza di una partner sia come calo delle classiche erezioni mattutine).
Devo inoltre segnalare che sia il cardiologo che il mio medico curante hanno riscontrato, credo giustamente, che sono un soggetto particolarmente incline all'ansia ed all'ipocondria. Tuttavia entrambi hanno avuto un approccio che definirei "tradizionalista" quando ho parlato della disfunzione erettile, dicendomi che, dato il dosaggio minimo del farmaco ed il fatto che in precedenza non avevo avuto problemi per più di un anno, era quasi impossibile che la mia disfunzione fosse causata dal farmaco e mi hanno detto semplicemente di stare tranquillo, di rilassarmi, di cercare di condurre uno stile di vita sano, di limitare lo stress, ecc. Magari è stata anche colpa mia perchè forse non sono riuscito a descrivere l'entità del mio problema e l'importanza dello stesso nella mia vita (ma purtroppo non è facile, almeno per me, parlare a voce di certe cose e quando poi ho la sensazione, magari sbagliata, che il medico si sia ormai convinto della sua idea mi blocco e lascio perdere).
Nel frattempo, come saprete benissimo, fanno sempre più pubblicità a dei prodotti di tipo "naturale/erboristico" che possono aiutare a superare problemi di disfunzione erettile (es. SENSOVIT, BIOACVIT, DEVIT, ecc.): ne conoscete qualcuno? Sapete se hanno un minimo di attendibilità? Sinceramente, poco tempo fa ho provato ad assumere una capsula di BIOACVIT: l'ho presa la sera dopo cena e la mattina dopo al risveglio avevo un'erezione spontanea che non vedevo da tempo. Potete immaginare che psicologicamente ero al settimo cielo, tuttavia non ho più ripreso la capsula perchè ho paura di possibili effetti collaterali non dichiarati o di interazioni dannose con i farmaci che prendo (ed ovviamente sono tornato punto e a capo con il mio problema).
Sapreste darmi qualche consiglio in merito?
Grazie mille!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

il consiglio che possiamo darle, da questa postazione , senza avere potuto valutare in diretta il suo reale problema clinico, è quello di non pasticciarsi e di sentire ora in diretta, senza perdere altro tempo prezioso, un bravo ed esperto andrologo che , valutata attentamente tutta la sua attuale situazione clinica complessiva poi le darà le corrette indicazioni diagnostiche e poi terapeutiche.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html

http://www.medicitalia.it/giovanniberetta/news/1580/Fitoterapie-e-deficit-dell-erezione

http://www.medicitalia.it/salute/andrologia/111-disfunzione-erettile.html

Un cordiale saluto.