Utente 262XXX
Buongiorno, ho 31 anni e mio marito 33 anni e da quasi un anno stiamo provando ad avere un bambino che non arriva. Lo spermiogramma e la spermiocoltura di mio marito è tutto ok, il problema sono io.
Mi è stato diagnosticato un mioma sottosieroso di quasi 7 cm (mi hanno riferito che in gravidanza non potrebbe dare problemi essendo esterno all'utero e considerando che voglio una gravidanza mi hanno sconsigliato di non operarlo per non compromettere il mio utero). Fin qui le cose potevano ancora andare bene, il problema è che ho fatto l'isterosalpingografia e il risultato è stato molto scoraggiante: "Nulla di patologico direttamente evidenziabile all'esame diretto; dopo l'introduzione del m.d.c. si ottiene una buona visualizzazione della cavità uterina che si presenta in sede, anteverso-flessa, modicamente latero-deviata a destra. Buona visualizzazione delle tube da ambo i lati con segno dell'alone peri-tubarica (doppio contorno) bilateralmente, espressione di flogosi peri-tubarica. Non apprezzabile il passaggio del m.d.c. in peritoneo".
Devo iniziare a pensare alla fecondazione assistita? Se ho un'infezione forte al punto tale da compromettermi la chiusura delle tube come mai non è risultata dal pap-test e non mi sono stati consigliati i tamponi? Volevo specificare che negli ultimi due mesi ho avuto e ho ancora problemi di colon irritabile, stitichezza e infiammazione pelvica con microlitiasi e calcolo al rene sinistro, questo potrebbe compromettere l'esito dell'esame, nel senso che mi potrebbe far risultare anche l'infiammazione alle tube? Ringrazio in anticipo a quanti di Voi signori medici mi vogliate dare una vostra opinione.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La STENOSI (chiusura ) delle tube potrebbe essere anche congenita (piccola malformazione )
Le infezioni non si evidenziano con il PAPtest , ma con colture di tamponi cervicali e vaginali , quando il Ginecologo sospetta infezioni .
Si potrebbe tentare una terapia antibiotica e antiflogistica , per poi PURTROPPO pensare ad una procreazione assistita (PMA)
SALUTI
Nicola Blasi, MD
[#2] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
Dott. Blasi grazie per la risposta, anche se purtroppo non incoraggiante!!! Leggendo il risultato del mio esame mi sconsiglia anche solo di pensare ad una remota possibilità di apertura, anche se dovessi sottopormi a qualche operazione? Come si capisce se la chiusura è congenita? L'infiammazione in qualche modo non ostacola la pma e soprattutto si può fare la pma Cn un mioma di 7 cm? Quanti problemi in un solo colpo...grazie dottore e mi scuso per tutte queste domande...
[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
1. il mioma è fuori della cavità uterina , quindi nessun problema.
2. parliamo di esiti di flogosi (infiammazione) ma non di flogosi in atto.
3. soltanto una LAPAROSCOPIA diagnostica potrebbe chiarire il dubbio sulle orini della stenosi
[#4] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
Dott. Blasi grazie mille per il suo consulto...l'11 maggio avrò la mia prossima visita e la aggiornerò sulla situazione!! Grazie mille