Utente 410XXX
Gent.mi Dottori,
ho deciso di sottoporVi il nostro caso perchè siamo ormai disperati e confusi.
Nel novembre 2015, su richiesta della mia ginecologa, mio marito esegue uno spermiogramma.
Esito devastante: valutazione basale: coagulo si; fluidificazione si; colore grigio chiaro; consistenza normale; volume 2 ml; spermatozooi (x10 alla sesta/ml) 0; totale spermatozooi (x10 alla sesta) 0; ph 7,5; sub-infertilità maschile mononucleati (x 10 alla sesta/ml) 2,0; PMN ( x 10alla sesta/ml) 2,5.
Commento: Campione azoospermico. Il secondo esame dopo ca due sett. conferma azoospermia.
Inizia il nostro calvario.
Ci rivolgiamo ad un primo andrologo che ci prescrive esami ormonali:
Testosterone 2,97 ng/ml (1,75-7,81); LH 3,70 mIU/ml (1,24-8,62); Estradiolo 41,91 pg/ml (<62); FSH 3,63 mlU/ml (1,27-19,26); prolattina 6,05 ng/ml (2,64-13,13).
Dati gli esami ormonali nella norma credevamo si trattasse di azoospermia ostruttiva, il dottore esegue ecografia prostatica transrettale:
lieve ipotrofia testicolare bilaterale; prostata nei limiti, parenchimatora, liscia, regolare; vescicole seminali nei limiti; prostata V 12.9cc ad ecostruttura finemente disomogenea. capsula regolare. Didimi ed epididimi bilateralmente di regolare ecostruttura, vol. dx 11.3 cc Vol sx 10.9cc. Assenza di reflussi venosi.
Il dottore consiglia agoaspirato o TESE. Scegliamo la Tese che purtroppo ha un doloroso esito negativo! L'istologico referta: Biopsia testicolo dx. Frammento parenchimale delle dimensioni di cm 0.8x0.7x0.2 caratterizzato da -disomogeneità del calibro e del profilo dei tutbuli;
ispessimento delle membranebasali tubulari; arresto maturativo allo spermacito di 2 ordine, a carico dell'epitelio germinale tubulare; intenso edema intersistiziale con marato diradamento delle cellule di Leyding. Diagnosi: azoospermia da arresto maturativo del patrimonio germanitivo tutbulare.
Ci prospettano adozione o eterologa.
Vediamo un 2 andrologo che ci prospetta un 30% di possibilità di recupero di spermatozooi con MICROTESE preceduta da ameno 4 mesi di Chiroman c e Proxeed nf b a sett. alterne.
Vediamo un 3 andrologo spaventati dalla prospettiva di un secondo intervento.
Ci consiglia un tentativo con terapia di FSH per 3 -4 mesi ripetere spermiogramma e vedere se c'è miglioramento.
siamo molto scoraggiati e confusi tentare una terapia ormonale lunga e costosa senza sapere se avrà successo o sottoporsi ad un nuovo intervento con la possibilità di esporsi solo ad inutili sofferenze fisiche?
Vi chiedo un aiuto con il cuore in mano perchè non sappiamo proprio cosa fare, c'è qualcuno che ci può consigliare?
Grazie a tutti anticipatamente per la disponibilità e cortesia necessari per leggere il lungo quesito e per le eventuali risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

ha fatto ripetere l'FSH al marito dopo la TESE già fatta?

Purtroppo la diagnosi istologica lascerebbe pochi spiragli ad un eventuale possibile recupero in mTESE.

Detto questo la rimando comunque a questa mia ultima news:

http://www.medicitalia.it/news/andrologia/6491-azoospermie-difficili-utili-recuperi-aggressivi.html

Ancora, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/195-azoospermia-spermatozoi.html

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2016
Gent.mo dott. Beretta,
Ho letto con interesse il contributo che mi ha segnalato ma, purtroppo, è davvero difficile rinunciare ad un tentativo se la mTese potrebbe manifestare ragionevoli probabilità di successo.
Infatti, mi sono rivolta a questa comunità di medici e studiosi proprio per capire se nel ns caso la mTese potrebbe dare esito positivo o meglio se valga la pena tentare.
Le rivolgo preghiera di rispondere ancora a qualche domanda.
La prima in cosa consistono gli integratori proxeed e chiroman consigliati come preparazione alla mTese e che effetto hanno?
La seconda la terapia con FSH potrebbe effettivamente stimolare il processo di spermagenesi e che effetti ha sull'organismo?
Ed eventualmente il proxeed e il chiroman possono interagire con la terapia con Fsh qualora decidessimo di iniziarla?
È consigliabile procedere con gli esami genetici, ancora non fatti, prima di procedere con qualsiasi terapia?
Mio marito non ha più ripetuto l'FSH dopo quel primo esame sarebbe consigliabile ripeterlo?
Ringrazio di cuore anticipatamente il dott. Beretta e chiunque altro voglia/possa rispondere.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

alla sue molteplici domande, le posso rispondere con una certa "ragionevolezza" alla ultime due dicendole che è consigliato ripetere il dosaggio ematico dell'FSH dopo il precedente trattamento testicolare subito e che le valutazione citogenetiche (gli esami genetici), se mai fatte, sono indispensabili in alcuni casi per dire se è ragionevole fare un secondo tentativo chirurgico e indicarle se sono utili le varie terapie proposte a suo marito.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2016
Gent.mo Dott. Beretta,
La ringrazio per le celeri e chiare riposte e chiedo venia per il ritardo di questo mio riscontro.
Provvederemo al più presto a svolgere gli esami che ci ha consigliato.
Appena avremo i risultati l'aggiornerò.
Nel rinnovarLe ancora la mia riconoscenza, Le porgo Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene , ricambio i cordiali saluti.
[#6] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2016
Gent.mo Dott. Beretta,
sono finalmente in possesso degli esami ormonali e genetici di mio marito che di seguito riporto:
LH 4,90 mlU/ml; FSH 7,4 mU/ml; testosterone 4,5 ng/mL;
Assenza di microdelezioni del cromosoma y.
Non mi hanno ancora consegnato l'esame del cariotipo.
Secondo Lei questo valore di FSH cosa indica?
La pregherei di farmi sapere la Sua opinione su questi esami e se può vorrei anche un Suo consiglio su come procedere a questo punto: provare mTESE, sottoporsi a 4 mesi di terapia con FSH o passare all'eterologa.
Ci dobbiamo rassegnare o Lei intravede qualche speranza di una gravidanza omologa?
RingraziandoLa anticipatamente, La saluto cordialmente.
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

aspettiamo tutte le valutazioni citogenetiche in corso ma un FSH non particolarmente mosso ci indicherebbe una possibile situazione mista.

Risenta ora in diretta il suo andrologo di riferimento per valutare se fermarsi oppure continuare un percorso andrologico.

Un cordiale saluto.