Utente 410XXX
Buonasera,
sono una ragazza di 25 anni, fumo una decina di sigarette al giorno e purtroppo in passato ho abusato di alcolici e sostanze stupefacenti, ho smesso da quando ho iniziato a soffrire di attacchi di panico (a 20 anni). Diciamo che da un lato gli attacchi mi distruggevano moralmente ma se ci penso mi hanno anche salvato dalla mia incoscenza nell'abusare droghe che a lungo andare avrebbero potuto portarmi alla morte.

Per un anno tutti i giorni credevo stessi per avere un'infarto finchè un giorno mi sono convinta che era tutto nella mia testa e da lì sono stata molto meglio, ho iniziato a rifarmi una vita normale e ho avuto anche due bambini.
Da un anno a questa parte purtroppo però ho iniziato ad avere dolori al petto sulla sinistra ,tachicardia (specialmente dopo i pasti), anche nei momenti di relax e senza avere alcuna preoccupazione, il problema è che questi dolori chiaramente mi hanno scaturito nuovamente stati di ansia e panico, tutto ciò va a periodi.
Ho sempre cercato di ignorare la cosa perchè so quanto è potente la mente e ho sempre dato colpa allo stress e all'ansia.

Ora però sono più preoccupata del solito, tre sere fa ero assolutamente tranquilla sul divano sdraiata a guardare la televisione quando ho iniziato a sentir "vibrare il cuore" con un tonfo al petto (penso extrasistole) e nausea, ne ho avute una decina circa una ogni due minuti finchè ovviamente mi è venuta una paura immane che poi è sfociata in un attacco di panico, ieri mattina mi sono svegliata con un forte dolore al petto che prende seno e ascella sin. pungente e lo sento anche se premo tra le costole e se alzo il braccio, siccome sento male anche nei movimenti sto cercando di convincermi che non si tratti del cuore ma anche ieri sera sempre mentre ero sdraiata ho sentito di nuovo questo sfarfallio al cuore sempre accompagnato da nausea, stavolta solo tre volte, oggi tutto il giorno ho avuto battiti accellerati (specialmente dopo i pasti e la sigaretta) e sempre questo dolore al petto ascella che inizio a sentire anche sotto la scapola. Dimenticavo, una settimana fa sono anche andata dal medico perchè ho sempre la sensazione di avere le orecchie toppe e pensavo di avere dei tappi di cerume ma il mio condotto era pulito e poi mi ha fatto un prelievo dal dito perchè sono quasi sempre stanca (anche se dormo 8 ore a notte) e mi ha trovato l'emoglobina bassa, ma non mi ha prescritto niente, mi ha detto di mangiare più carne rossa(cosa che facevo già prima).

Non capisco che cosa mi succede, ho paura che il mio passato influisca sul mio futuro e ho paura di stare male di colpo quando sono con i miei due piccoli, ho bisogno di sapere se potrebbe trattarsi del cuore o se è sempre quest ansia che mi perseguita oppure se si tratta di un infiammazione intercostale..non lo so più..il mio medico non mi fa mai esami e mi dice sempre di stare tranquilla che sono solo "nervi" ma se non mi fa mai un esame come faccio a stare tranquilla? Scusate il romanzo.
Vi ringrazio
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il suo problema resta quello dell'ansia e per questo non ha bisogno di un cardiologo, ma di uno psicoterapeuta.
Cordialità