Utente 410XXX
circa 2 settimane fa, mentre ero all'estero, ho fatto una distorsione al piede destro nel scendere dei gradini. Nell'immediatezza ho sentito dolore, poi comunque sono riuscita a camminare. Dopo qualche ora, ho tolto la scarpa e ho visto un leggero gonfiore; immediatamente ho sentito un senso di nausea e sensazione di svenimento. Ho trattato con ghiaccio per tutta la notte e anche il dolore è diventato lieve. Ho camminato da lì in poi sempre ma con una sensazione di leggero dolore che aumenta se cerco di flettere il dorso del piede o quando faccio pressione per infilarmi le scarpe o anche assumendo determinate posizioni (per es. sedermi con la gamba sotto).
Oggi ho fatto la lastra e questo è l'esito:
Per quanto valutabile irregolarità corticale e sclerosi a livello del malleolo tibiale come da pregressa frattura.
Minimo valgismo dell'alluce, note artrosiche e scafoide e cuboide accessorio.

Non capisco quindi se questa pregressa frattura possa essere recente (a memoria non ricordo di aver mai avuto problemi al piede) e come devo comportarmi rispetto al dolore e al fatto che non posso assumere tutte le posizioni con il piede.

Grazie per l'attenzione

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Enrico Pelilli
24% attività
12% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Se non ricorda episodi fratturativi della caviglia, sicuramente è stata solo un'ipotesi interpretativa , errata, data dal Collega radiologo, che ha cercato di giustificare questa piccola alterazione della trama ossea senza conoscere la sua storia clinica.
Per il dolore della caviglia, si tratta ancora delle conseguenze di un trauma distorsivo recente.
Potrebbe trovare giovamento da un bendaggio funzionale o dall'uso di un tutore ortopedico per la caviglia, o, semplicemente, se le è possibile, dal riposo funzionale.
Dovessero perseverare i sintomi ancora fra 10 gg., mi rivolgerei da un fisiatra, per un trattamento riabilitativo.