Utente 320XXX
Salve,
circa un anno fa ho iniziato ad accusare dolori al collo e dopo una visita ortopedica e successivamente anche dentistica mi è stata diagnosticata una cervicalgia da malocclusione..quest'ultima la sto trattando da 2 mesi con un bite che effettivamente mi migliora non poco i sintomi(apparte qualche giorno in cui il dolore si ripresenta forte, ma tutto sommato esso è nettamente diminuito)...fin qui tutto bene..tuttavia nell'ultimo periodo ho iniziato ad accusare come una sensazione di pizzichi sulle braccia..come se in quella zona la sensibilità fosse più alta..essendo un soggetto molto ansioso sono andato a documentarmi e ho saputo che probabilmente la sensazione che sento è data dalla compressione dei nervi..volevo chiedere se questa cosa è grave e se ovviamente si può risolvere..aggiungo che l'estate scorsa, sempre per via del dolore cervicale, ho effettuato una rx sia alla medesima che alla colonna ed è risultato tutto apposto..inoltre ogni giorno faccio degli esercizi posturali per cercare di migliorare sempre di più..
La ringrazio in anticipo,
distinti saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Enrico Pelilli
24% attività
12% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
La colonna cervicale è considerata un organo da stress e quindi, essendo lei un soggetto ansioso, è possibile che questo generi cervicalgia.
Lo stress agisce soprattutto su un'eccessivo tono muscolare, per cui gli esercizi posturali che sta facendo sono sicuramente utili.
Anche i calore e il massaggio aiutano il rilassamento muscolare.
Quelle sensazioni di iperestesia (il pizzicorio) possono essere una manifestazione da compressione discale iniziale, ma dovrebbe essere solo da un lato e accompagnato da dolori allo stesso braccio, in un quadro di cervico-brachialgia; quindi l'ipotesi più probabile è che si tratti di ansia (somatizzazione).
Valuti con il suo curante se potrebbe essere utile anche l'assunzione di ansilitici.
Cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente , la prescrizione di un bite, in un caso come il suo ( in presenza cioè di malocclusioni che possano indurre atteggiamenti posturali compensatori nella colonna) è corretta: infatti la sua applicazione le ha dato anche sul collo un risultato, anche se parziale, ma comunque significativo.
Tuttavia dire "un bite" é come dire "una pillola" : rappresenta un trattamento assolutamente individuale i (diffido dei preconfezionati che si vendono in farmacia), e , come una pillola consiste nello sbocco terapeutico di una diagnosi che deve essere corretta, e corretta deve essere anche la modalità di assunzione, (e solo a queste condizioni la pillola può risolvere la patologia), così il bite rappresenta la configurazione tecnica e artigianale di un ragionamento diagnostico e di una ipotesi terapeutica formulata dal dentista-gnatologo che lo prescrive e fa realizzare: è quest’ultima, cioè la prestazione culturale che il paziente acquista, non l'oggetto artigianale che qualunque tecnico realizza in un'ora di lavoro, e che è di infimo valore venale se disgiunto dalla prima.
Sarebbe necessario poter sapere le caratteristiche del suo bite, il tempo di applicazione, le prospettive ipotizzate dal curate attraverso questa terapia e la sintomatologia collaterale eventualmente presente. Infatti, le malocclusioni con disfunzione delle Articolazioni Temporo Mandibolari (ATM) di solito comprendono anche vari sintomi collaterali (cefalea, cervicalgia, dolore auricolare e all'ATM, rumori articolari con i movimenti della mandibola, vertigini, russare notturno con apnee, ostruzione nasale ecc.) , che spesso il paziente attribuisce ad altre cause, anche perché nel corso della vita può ricevere diagnosi specialistiche di settore (emicrania, labirintite ecc.) , che non tengono conto della contestuale presenza di disfunzioni dell'ATM, che ne possono esserne invece la causa.
I sintomi da lei segnalati possono essere riferibili ad una disfunzione dell'ATM; peraltro il successo terapeutico solo parziale con il bite dovrebbe ridimensionare questa ipotesi: se dopo alcuni mesi di bite, portato 24 ore al giorno pasti esclusi, non si arriva ad un risultato soddisfacente, delle due l'una: o i suoi problemi non dipendono totalmente dall'occlusione e dall'ATM, oppure il bite potrebbe essere di caratteristiche buone , ma migliorabili: sarebbe necessario sapere cosa ne pensa a tale riguardo il suo Curante.
La componente psicologica può essere certamente in gioco nel suo caso, ma va sottolineato che le motivazioni psicologiche sono spessissimo presenti anche nelle disfunzioni dell'Articolazione Temporo Mandibolare: anche la bocca è un organo di stress, e spesso reagisce agli eventi stressogeni con parafuzioni quali bruxismo e serramento, diurni e notturni, che accentuano i problemi occlusali eventualmente presenti, amplificandone gli effetti dannosi.
Ovviamente quanto sopra ha valore del tutto relativo, non potendosi avere via rete gli indispensabili riscontri di una visita diretta: è importante che il dentista al quale si rivolge sia esperto in problemi dell''Articolazione Temporo Mandibolare (ATM): non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità.
Le suggerirei di dare un''occhiata all''articolo linkato qui sotto.
Cordiali saluti ed auguri.

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, si deve clikkare su: "continua e apri il sito.."
[#3] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Gentilissimi entrambi.
per quanto riguarda non vi è nessuna sintomologia collaterale..infatti prima di mettere il bite (che porto SOLO la notte) avevo dei dolori al tatto anche al cranio, ora totalmente scomparsi. Inoltre, per quanto riguarda il suono nei movimenti mandibolari, quello lo avverto sempre.
[#4] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente,
" non vi è nessuna sintomatologia collaterale"
La cervicalgia é , e può essere nel suo caso, un sintomo collaterale.
Se il "suono"riferito è un rumore di click o di scroscio é probabile che lei presenti una incoordinazione Condilo- Meniscale all'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM). Nel normale, i condili mandibolari sono in rapporto con la parete antero superiore della cavità articolare ( Cavità Glenoide) ; fra le superfici articolari è interposto un menisco . Condilo e menisco dovrebbero muoversi in sinergia ogni volta che muoviamo la bocca, come , ad esempio , nella masticazione. Accade però che, per vari motivi, in parte congeniti, in parte per un anomalo sviluppo scheletrico, per la irregolare eruzione degli elementi dentari (malocclusione), alle quali cause è bene aggiungere anche la mano non sempre riguardosa del dentista ed i traumi che il soggetto può subire, i condili possono dislocarsi in una zona più arretrata, perdendo il contatto con il menisco, che , a bocca chiusa, risulta dislocato davanti (mesialmente) al condilo. Ogni volta che , aprendo la bocca, il condilo si sposta in avanti, ricattura il menisco , e ciò provoca il tipico rumore (il suo "suono"?), più o meno acusticamente percepibile: nel chiudere la bocca ,però , il menisco torna a dislocarsi , per lo più in avanti.
Si tratta di un problema spesso sottovalutato, ma che alla lunga tende ad evolvere in degenerazioni artrosiche del condilo e del menisco, quando non a blocchi della mandibola (locking) che possono farne precipitare la gravità.

Sui rumori di scroscio o click all''ATM può avere qualche ulteriore informazione aprendo questo link:
http://www.studiober.com/patologie/patologia-dellatm-gnatologia-classica
N.B.: dopo aver aperto il link, si deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

Il sollievo che lei ha riscontrato con l'applicazione del bite rinforzerebbe questa ipotesi. E' evidente che però, nel suo caso, la sola terapia notturna é insufficiente. Forse portando il bite h24 , pasti esclusi, (trattamento che personalmente prediligo comunque), il risultato sarebbe migliore. Ovviamente il bite deve essere conformato i modo da consentire comunque una vita di relazione normale anche con trattamento h24.
Cordiali saluti ed auguri.
[#5] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Quindi questi click che avverto quando apro la bocca potrebbero portare a patologie più gravi?
Il mio dentista comunque ribadisce spesso che il bite portato solo la notte basti..infine, non so se può essere utile ma nel dubbio lo scrivo, i click che sento sono quasi nullo quando la bocca la apro lentamente. Mentre se la apro violentemente si sentono più forte..gli stessi click inoltre li avverto ogni volta che deglutisco
[#6] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Ho scritto: "Se il "suono"riferito è un rumore di click o di scroscio é probabile che lei presenti una incoordinazione Condilo- Meniscale all'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM)."
Quel SE necessita di conferma, che non si può avere via rete.
I rumori articolari , o comunque legati al movimento condilare, possono essere anche di diversa natura.
Bisognerebbe poter vedere.
Molti gnatologi prescrivono il trattamento notturno: la memoria posturale può mantenere il risultato anche togliendolo di giorno. Le ho detto il mio parere: non mi piace contare su questa condizione favorevole, pur possibile.
Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Prof. Enrico Pelilli
24% attività
12% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Ultimamente si è voluto attribuire una correlazione fra i problemi di mal'occlusione e quelli di postura della colonna, e spesso ho avuto occasione di visitare bambini inviati a visita ortopedica dal dentista che riscontrando un tale problema, presumeva la presenza di una scoliosi, che puntualmente potevo escludere, se non in casi più che occasionali e quindi non significativi.
I mie stessi 3 figli ebbero bisogno di portare per anni apparecchi correttivi ai denti, senza mai presentare alcun segno di scoliosi.
La mia idea è quindi che la scoliosi resti deformità idiopatica e, nel suo caso, i problemi della bocca e del collo non siano uno figlio dell'altro, ma che entrambi subiscano lo stress ansiogeno.
Il bite può darle giovamento, contrastando l'ipertono masticatorio automatico notturno.
Altrettanto potrebbe fare un cuscino da cervicale, associato anche a qualche seduta di chiropratica.
Per quello che riguarda lo scroscio mandibolare, l'articolazione temporo-mandibolare ha caratteristiche peculiari e, fra l'altro è provvista di un menisco, e potrebbe essere questo, muovendosi, l'artefice del rumore.
Comunque la causa più frequente di tali scrosci è una congenita iperlassità legamentosa, che mi capita di riscontrare in non pochi soggetti. Un test al riguardo che può fare da se, è valutando l'estensione forzata delle dita.
Nei soggetti normali, l'indice, per esempio, non può essere esteso, anche forzatamente, oltre l'angolo piatto (180°).
Una flessione dorsale oltre questo limite è un segno abbastanza caratteristico di una certa lassità delle strutture legamentose.
Comunque gli scrosci articolari, che non si accompagnano a problemi funzionali o dolori, vengono definiti innocenti e quindi privi di significato patologico.
Cordialmente la saluto.
[#8] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Ringrazio entrambi per la gentilissima disponibilità, per quanto riguarda il test dell'estensione delle dita non ho capito bene in cosa esso consiste..la ringrazio anche per la tranquillità con cui espone le cose, mi ha rassicurato molto! Aggiungo che non uso cuscini cervicali ma tre volte alla settimana vado a fare ginnastica posturale poichè ho una cifosi e tendo a stare avanti col collo!
[#9] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile prof. ho cercato lassità ligamentosa e click mandibolare "nel motore che conta" http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=joint+laxity+and+click+jaw evidentemente ho scelto male le parole chiave. Sarebbe cosa gradita se mi indicasse quelle giuste.
Riguardo solo la notte o 24 ore ci sono opinioni contrastanti che chiarirò a breve.
[#10] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Vorrei dire un'ultima cosa..al mattino appena sveglio se butto il collo indietro sento un dolore alla nuca che poi dopo qualche minuto scompare...nulla di cui preoccuparsi?
[#11] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
16% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
mi permetto di intervenire, non richiesto, in una area non di mia competenza ESCLUSIVAMENTE per confutare una incauta affermazione del collega gnatologo, che potrebbe forviarla nel giudicare la terapia gnatologica e il suo bite.

Dall'intervento del collega SEMBRA che LA REGOLA sia che il bite debba essere portato 24 ore al giorno pasti esclusi per ottenere un risultato.
CIO' E' FALSO.
Alcuni professionisti allestiscono bite da indossare 24H costruiti in un certo modo, altri bite da indossare solo la notte, costruiti in altro modo.
Vanno bene entrambi, non c'è una superiorità di una terapia rispetto all'altra.


E' falsa inoltre l'affermazione fatta dal collega:
"E' evidente che però, nel suo caso, la sola terapia notturna é insufficiente. "
Lei INFATTI ci riferisce:
"prima di mettere il bite (che porto SOLO la notte) avevo dei dolori al tatto anche al cranio, ora totalmente scomparsi".
Il suo dentista la sta seguendo bene, si fidi di lui e del suo bite, CHE FUNZIONA EGREGIAMENTE.

Sottolineo inoltre l'equilibrato commento finale del prof. Pelilli, che gli scrosci articolari potrebbero essere non meritevoli di trattamentro.
Ma questo, on-line, ovviamente non possiamo saperlo.






[#12] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Riguardo l'altezza del bite può, se vuole, leggere http://www.danieletonlorenzi.it/news/bite-alti-15-20-mm-perche/ e quando troverà la scritta "stai per uscire dal sito medicitalia" clicchi su "continua ed apri il sito".
Buona lettura
[#13] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Ora linko questo articolo dappertutto .... non ci sono problemi a suggerire il "mio punto di vista".

lo staff ha confermato che non ci sono problemi a suggerire diverse possibilità terapeutiche, entrambe validate.

Senza distinzione di area gnatologica, ortopedica, ortodontica.... ecc. Io non mi sento per nulla delegittiamto.
[#14] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Salve. Chiedo scusa se riapro il topic, avevo solo un ultimo dubbio: la mattina appena sveglio ho un dolore leggero al collo che passa praticamente subito. C'è da preoccuparsi il fatto che esso non sia scomparso?
[#15] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Tranquillo
[#16] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille. Passerà o è una cosa che rimarrà per sempre?
[#17] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Non lo so da come la descrive sembra una cosa non importante
[#18] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Per quanto riguarda i continui scricchiolii, sono pericolosi? Nel senso, in futuro potrebbero essere cause di altrosi precoce? Ovviamente non credo si possano togliere..
[#19] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
L'unica cosa che può fare è "proteggere" l'articolazione con un'occlusione corretta, tutto rallenterà. Non ci sono studi a distanza che evidenzino cosa succede sia con terapia che senza.
[#20] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Mi scusi dottore, secondo lei per quanto riguarda il dolore che avverto appena sveglio, potrebbe essere d'aiuto un cuscino ortopedico? Poiché il fatto che lo accuso ogni mattina e si toglie .dopo 10 minuti mi fa pensare che assumo una posizione sbagliata nel dormire. Per altro io dolore è più come se fosse un dolore da sforzo, nel senso come se il collo sia stanco non so se mi sppiego . Inoltre avrei una parentesi che magari può far sorridere, praticamente ci sono momenti in cui sto bene, momenti in cui mi da fastidio il collo, e momenti in cui non mi da fastidio il collo ma accuso un fastidio al livello del trapezio lato dx. Sottolineò sempre che ho anche una cifosi e sto curando con ginnastica posturale
[#21] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile utente Lei è probabilmente un maloccluso che di notte serra o digrigna (parafunzioni notturne) e alla mattina ha questi dolori. Certo un cuscino ortopedico male non fa..... ma "se è rotta la frizione cambiare l'olio dei freni non è controindicato..... ma sempre la frizione rotta tiene".
Saluti e .... ci faccia sapere
[#22] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
salve dottore,
dipende sempre dalla malocclusione il fatto che il mal di collo si accentui se sto in determinate posizioni? (ad esepio se mi sforzo di stare dritto sulla sedia)
[#23] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Certo legata alla malocclusione spesso (quasi sempre) c'è un disturbo posturale.
[#24] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille. Secondo lei con la ginnastica posturale che sto facendo quel dolore appena sveglio che passa dopo un po' anche potrebbe andare via? (sottlineo che lo sento solo se piego la testa soprattutto indietro)
[#25] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Senta io ho la frizione consumata se cambio l'olio del freno va a posto? Se Lei ha un disturbo dell'occlusione (io non lo so perché non l'ho visitata) come crede di risolvere? Secondo me correggendo l'occlusione (con un bite).
[#26] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dottore,
Secondo Lei, i dolori che accuso quando assumo determinate posizioni (tipo seduto) derivano maggiormente dalla malocclusione o dal difetto posturale? Anche perché io sto molto attento a sedermi con la schiena ben dritta e stando attento a non abbassare troppo il collo ma il dolore più mi sforzo a stare dritto,sembra un paradosso, più mi fa male. E essendo che col PC ci lavoro anche non vorrei precludermi per sempre questa cosa
[#27] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Per rispondere bisognerebbe sapere la causa del difetto posturale.... altrimenti come si fa a sapere?
[#28] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Cifosi..
[#29] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
effetto... intendevo causa
[#30] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Semplicemente cattiva postura.. soprattutto per via delle ore passate davanti l pc in passato..
P.s:visto che prima di mettere il bite sono passati circa 10 mesi dall'inizio dei dolori..questo tempo può aver fatto cronicizzare il tutto e quindi rendee la terapia ancor più lunga e lenta?
[#31] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Un bite che dopo 10 mesi non da risultato è un cattivo bite.
[#32] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Mi sono espresso male.. il bite lo porto da febbraio.. intendevo dire che i dolori sono iniziati a maggio 2015 e il bite l'ho messo solo a febbraio 2016.. intendevo dire se questo tempo avrà cronicizzato il dolore è quindi rende più lenta la terapia..
[#33] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
se porta il bite da 5 mesi senza risultati probabilmente non è adeguato al Suo caso. PROBABILMENTE SI PUò AVERE DI PIU'.
[#34] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Bhe sicuramente i risultati ci sono stati..il dolore è diminuito e anche gli altri dolori sparsi sono andati vi..quello che non capisco è se il dolore che ancora ho dipende dalla postura o dalla malocclusione..
[#35] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Senza visita non si può dire.
Servirebbe una visita strumentale tipo http://www.danieletonlorenzi.it/postura/dolore-al-ginocchio-gonalgia-al-collo-cervicalgia-alla-schiena-lombalgia-e-postura/
o presso un collega in grado di valutare la postura in tutti i suoi aspetti....