Utente 397XXX
Egregi dottori,
scusate se ciò che vi sto per dire vi sembrerà forse molto confuso, ma proverò ad essere più chiaro possibile: da molti anni, riscontro vari problemi di ogni tipo e proverò a spiegarveli: tutto è iniziato dall'età di 13 anni, adesso ne ho quasi 24. A scuola la prof di musica, selezionava gli alunni migliori per un'esibizione di fine anno. Ci aveva dato un testo ad ognuno di noi da studiare e cantare,la mia voce era perfetta, ma un giorno notai che di punto in bianco iniziavo a stonare (e senza allarmarmi e senza dire nulla ai miei, continuai a fare finta di niente), motivo per cui non fui selezionato. Dopo qualche mese iniziavo a sentire che avevo difficoltà a respirare, motivo per cui mi recai al pronto soccorso, e dopo avermi fatto un elettrocardiogramma, i medici imputarono questo sintomo ad ansia. Dunque dopo avermi fatto una bentelan, mi rispedirono a casa.Dopo circa un annetto, fui colpito da ulteriori sintomi che tutt'oggi mi porto dietro e cioè: annebbiamento della vista, parestesia e formicolio al braccio sx e alle labbra e lingua, con difficoltà del linguaggio ed infine fortissimo mal di testa che mi costringeva ad addormentarmi. Al risveglio tutto passava(ad oggi è ancora così). Negli anni successivi i miei problemi rimanevano sempre uguali, solo che sentivo (e sento) la parte alta dell'addome che si addormenta ed avverto strani formicolii. Fino a circa due mesi fa, questo problema era della respirazione era molto "sopportabile"( anche se sempre molto fastidioso). Adesso, invece, faccio veramente tantissima fatica a gestirlo: mi capita soprattutto la sera in maniera molto accentuata, di giorno un po meno... quando mi metto a letto, mi inizia a tirare il nervo dal collo sx fino al braccio (sx) e sento che mi manca l'aria,sembra quasi che il mio torace o qualcosa dentro di me non riesca ad allargarsi per far entrare l'aria e mi gira la testa; a volte anche acufene. Premetto che sono un soggetto molto ansioso, e lo riconosco, MA QUESTO NON SIGNIFICA CHE IL PROBLEMA NON ESISTA.Per adesso attraverso fasi che si alternano a periodi di benessere (interiore) e malessere, ma la cose rimane invariata. Riconosco quando ho l'ansia e riesco a gestirla, ma in questo caso sono più che sicuro che non posso imputare questo mio malessere solo ed esclusivamente all'ansia. Premesso che ho fatto migliaia di accertamenti tutti o quasi negativi: alla comparsa del problema respiratorio(13 anni) feci test allergici e spirometria= NEGATIVI; alla comparsa dei sintomi più o meno "neurologici" mi sottoposi a: visita neurologica, RM encefalo, ECG, Doppler transcranico senza bubble test (per escludere un F.O.P.) , VISITA ORL generale ed esame audiometrico ton. e voc. TUTTO NEGATIVO. Secondo voi cosa dovrei fare? l'ultima cosa che ho fatto è stata una colonscopia; attendo esito esame istologico, si crede che sia un condiloma. Cosa mi consigliate? Nell'attesa di una vostra risposta, desidero ringraziarvi per la disponibilità. Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Ovviamente, mi devo basare su quanto hai descritto e subito ti posso rassicurare che non ci troviamo di fronte ad una grave patologia, visto che la sintomatologia persistere da molti anni. Considerati gli esiti negativi di tutte le indagini e visita cui ti sei sottoposto fino ad ora, sicuramente la causa va ricercata in un tuo stato ansioso. Non è quindi necessario pensare ad ulteriori accertamenti ma, magari, basterebbe farti solo seguire da uno Specialista proprio per questo stato ansioso. Sono sicuro che ne verrai fuori.
Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Egregio Dottor Brunori,
la ringrazio infinitamente per la sua risposta e mi scuso per aver replicato soltanto adesso. Spero di non approfittarne troppo se aggiungo altre cose ma proprio Lunedì, mentre mi trovavo in macchina (non ero in ansia, anzi! Ero molto sereno), mi si è addormentata tutta la zona toracica e faticavo a respirare, la parte centrale del labbro invece, si era paralizzata (mi era rimasto il labbro come quando si fa una smorfia). Mi reco in ospedale con fatica (per fortuna che distava a circa 1km perché non riuscivo neanche più a guidare. Appena sono sceso dalla macchina e mi sono recato al p.s. l'addome si è iniziato a svegliare ed il labbro pian piano ha ripreso la sua posizione normale. Finita questa "crisi", ho iniziato a tremare e sentirmi debole. Al p.s. dopo aver registrato i parametri vitali, mi hanno fatto andare al punto di guardia medica dentro l'ospedale, che dopo varie domande, quando gli ho detto che 10 anni fa il neurologo mi aveva detto che i sintomi sembravano quelli della distrofia m.,e che lo stesso neurologo l'ha esclusa dopo avermi fatto fare una RM encefalo, i medici hanno esclamato" AH BENE!, solo con quella hanno escluso la distrofia!?!?" mi hanno prescritto una visita neurologica d'urgenza(visto che nel mio ospedale non c'è la neurologia) e mi hanno fatto andare via. Adesso attendo la visita neurologica. Quest'utlimo episodio mi ha scosso fortemente, non mi era mai capitato prima. Adesso ho davvero molta paura.
Nel frattempo ho fatto degli esami al sangue che se si sente di leggere, glieli elenco qui sotto (sperando di non approfittarne troppo) :
-----------
-EMOGLOBINA: 15,1
-GL. ROSSI: 4,870
-EMATOCRITO: 44,5
-VAL. GLOB. MEDIO: 92
-GLOBULI BIANCHI: 7.900
-PIASTRINE: 185000

-NEUTROFILI 48
-BASOFILI 0
-EOSINOFILI 3
-LINFOCITI 46
-MONOCITI 3
-FORME IMMATURE: NESSUNA
-TRIGLICERIDI: 90
-FOSFATASI ALCALINA : 84
-BILIRUBINA DIRETTA: 0.13
-BILIRUBINA FRAZIONATA: 0.60

-V.E.S.
1 ORA: 2
2 ORA: 4
INDICE DI KATZ: 2

-T.A.S. 150
-PROTEINA C REATTIVA: NEGATIVA
-FT3: 5.49
-FT4: 19.37
-TSH: 1.670

Spero di non averla stancata troppo. Grazie di vero cuore per tutto. Buon fine settimana.
[#3] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Mi dispiace molto della tua brutta "avventura" ma, fortunatamente, il tutto si è risolto per il meglio. Io sono convinto che si sia trattato di un attacco di panico e non voglio nemmeno pensare alla distrofia. Le analisi sono buone. Se proprio vuoi toglierti ogni dubbio, devi recarti presso un Centro di Neurologia universitario ma, in realtà, sono sempre piu' convinto che tu ti debba far aiutare per superare questo stato d'ansia. Dammi retta!
Un buon fine settimana anche a te.
[#4] dopo  
Utente 397XXX

Iscritto dal 2015
Egregio Dott. Brunori,
la ringrazio infinitamente per la sua pazienza e bontà nel porgermi questi gratuiti consigli. Proverò a seguire entrambe le soluzioni. Grazie ancora di tutto.