Utente 423XXX
Età:32
Gentile dottore,
da qualche tempo ho notato che mentre mastico (in particolare gomme da masticare) sento un rumore all'articolazione della mandibola, tipo un click.
Oltre a causare un leggero fastidio sento che il problema interessa anche l'orecchio, perchè lo scricchiolio è come se avvenisse all'interno dell'orecchio stesso. Inoltre volevo rilevare che il disturbo lo percepisco solo sul lato destro.
E' possibile fare qualcosa per questo disturbo? ed inoltre può provocare lesioni all'orecchio?
Grazie infinite per la disponibilità.
Cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Roberto Crenna
20% attività
0% attualità
0% socialità
PARABIAGO (MI)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2000
Egr. Sig.re
Il fastidio che Lei riporta è da addebitarsi a fenomi "artrosici " all'articolazione temporo mandibolare destra ( che è simile a quella del ginocchio, con relativo menisco ecc, ecc, ). La causa di tutto ciò solitamente è una non perfetta occlusione ( linea di contatto fra i denti superiori ed inferiori) solitamente , nel 95% dei casi , compensata da ... madre natura......
Lesione all'orecchio, stia tranquillo , non ce ne saranno.
Piuttosto , se i disturbi peggioreranno,si rivolga ad un Medico dentista di fiducia che valuterà se sarà opportuno intervenire. ( bite , ripristino corretta occlusione ecc.)
Distinti Saluti
Dott. Roberto Crenna
Parabiago (mi)
[#2] dopo  
Dr. Roberto Del Sordo
20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2003
Gen.le Sig.re,
Una delle cause più frequenti del click da Lei riferito è dovuto ad un movimento a scatto del menisco dell'artcolazione Temporo-Mandibolare. E' una cosa molto frequente e generalmente è provocata da un alterato rapporto di chiusura delle arcate dentarie. Questa situazione, spesso innesca un meccanismo di "parafunzione" quasi sempre notturna (serramento e/o digrignamento), frequentemente senza che il soggetto ne sia consapevole. Tutto questo porta ad una sofferenza dell'articolazione che si manifesta spesso con rumori articolari e può evolvere con l'insorgenza di dolori, difficoltà alla masticazione ecc.
Le consiglio di sottoporsi ad una visita per valutare se necessita di un trattamento o no.
Distinti Saluti
Roberto Del Sordo
[#3] dopo  
Dr. Massimo Canonica
20% attività
0% attualità
0% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2000
gent sig
il cosidetto click all 'articolazione temporomandibolare è spesso associato ad un'incordinazione tra il condilo ed il menisco nei movimenti di apertura e chiusura della bocca.
Il problema è spesso associato a parafunzioni quali bruxismo o digrignamento notturno o a malocclusioni dentarie.
Il fenomeno può rimanere di entità lieve o aggravarsi in alcuni casi con fenomeni più importanti di incoordinazione,riduzione apertura o blocco(locking).
Le consiglio di effettuare una visita gnatologica con valutazione articolare e muscolare presso dentista specialista per individuare reale sussistenza del problema.
[#4] dopo  
Dr. Errico Bucci
20% attività
0% attualità
0% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2001
Gent Sig
il rumore articolare a cui lei si riferice, in assenza di dolore e alterazione della aperturadella bocca e dei movimenti mandibolari, non deve destare preoccupazione nè essere trattato. Letteratura scientifica autorevole ha stabilito che il rumore articolare (per se) no va trattato in quanto comunque recidiva: Certamente è un segnale che la sua articolazione non funziona bene al 100%: cominci a smettere di masticare Chewingum (se lo fa, di mangiucchiarsi le unghie), in modo da lasciar riposare un po i suoi muscoli e la articolazione temporomandibolare.
[#5] dopo  
Dr. Paolo Patrucco
24% attività
0% attualità
4% socialità
CASALE MONFERRATO (AL)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2000
caro paziente ,
innanzi tutto non ci sono pericoli per l'orecchio sebbene il suo sintomo si rifletta in esso ,questo è dovuto alla vicinanza anatomica dell'articolazione temporomandibolare con l'apparato uditivo.
Il fatto che lei abbia il sintomo da un lato solo può orientarci verso una patologia transitoria e di eziologia traumatica ma in ogni caso solo fastidiosa ma non grave .
Il mio consiglio è per una visita da un odontoiatra che pratichi approfonditamente le patologie dell'A.T.M. ovvero uno " GNATOLOGO" che le saprà dare sicuramente tutte le indicazioni migliori per il suo caso.
Paolo Patrucco