Utente 410XXX
Buongiorno, ho 48 anni e soffro da quasi 20 anni di diabete tipo 2 e attualmente sto usando insulina (Apidra) 3 volte al giorno dosaggio 8-15-10 e insulina (Lantus) 1 volta al giorno (la sera) con dosaggio 15. Uno dei problemi dovuti al diabete e' la disfunzione erettile oltre alla neuropatia periferica e retinopatia diabetica. In questo momento il diabete e' abbastanza sotto controllo e sto cercando di perdere almeno 10 Kg per riuscire a smettere di prendere l'insulina e tornare al Vyctoza.
Per quanto riguarda la disfunzione erettile ho provato sia Viagra (100mg) che Cialis (20mg) che Levitra (20mg), quest'yltimo mi e' stato prescritto recentemente dall'andrologo che mi sta seguendo dato che i primi 2 non sono stati di grande aiuto e devo dire che la differenza l'ho notata (in meglio) ma ancora non del tutto sufficiente.
Attualmente sto seguendo le 8 iniezioni (FIC) di prova per verificare l'efficacia di Caverject (Alprostadil) e vedere se questo soluziona il problema o no e qui sta il punto.
Ho fatto 4 iniezioni (1 volta alla settimana ogni Venerdi') con dosaggi diversi e i risultati sono al quanto strani e cioe':

- La prima iniezione (1 mese fa) di 5mcg ha dato subito risultati fino a quel momento mai raggiunti con le pillole con una mia valutazione del 70% di intensita'. La durata dell'erezione e' stata di circa 50 minuti e con lieve (quasi nullo) dolore e bruciore al pene.

- La seconda iniezione (la settimana successiva) ho chiesto al medico di aumentare la dose a 10 mcg e qui e' iniziata la stranezza. Durata di circa 25 minuti, intensita' del 100% e questa volta molto dolore e bruciore al pene. Dopo i primi 30 minuti l'erezione il pene e' rimasto in uno stato di semierezione (per capirci con un'intensita' del 20% - 30%) per circa 2 ore.

- La terza iniezione (due settimane fa) ho chiesto di provare 7.5 mcg (circa, visto che ha dovuto farlo ad occhio non essendoci un punto preciso) e questa volta l'erezione e' durata circa 20 - 25 minuti con dolore e bruciore limitato rispetto ai 10 mg e con un'intensita' del 70%.

- La quarta e ultima iniezione fatta oggi (me ne rimangono ancora altre 4) ho chiesto di riprovare un dosaggio di 10 mcg cercando di valutare se sarebbe cambiato qualcosa rispetto alla volta precedente con lo stesso dosaggio e qui ho avuto un'erezione con un'intensita' del 70% circa quindi di minor rilevanza rispetto alla volta precedente, con una durata di circa 20 minuti e dolore bruciore rilevante. Anche in questo caso nelle 2 ore successive il pene e' rimasto in uno stato di semierezione con un'intensita' di circa il 25%.

Mi piacerebbe avere una valutazione di quanto mi sta accadendo, perche' tutta questa differenza? Il corpo reagisce in modo diverso ogni volta? E' normale? Con questo tipo di farmaco l'eccitazione sessuale non centra niente visto che agisce in modo diretto a differenza delle pillole.
Non so come comportarmi per la prossima iniezione, chiaramente tutto questo lo riferiro' al medico specialista (urologo) (anche se e' difficile avere attenzioni nel senso che e' molto sbrigativo, tende a fare l'iniezione al volo e via.....). Sto pensando di riprovare con un dosaggio di 5 mcg e vedere questa volta se va meglio (meno dolore e durata maggiore seppur di minore intensita').
Ringrazio per l'aiuto.
Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente
Se la dose da 10 mcg le dà dolore, non è adeguata. Se la dose da 7,5 mcg non le dà un'erezione pienamente completa ma le permette di avere un rapporto sessuale sereno e con poco dolore, penso sia la soluzione migliore. Alla fine dunque penso ci sia da décidée se 7.5 o 5 mcg. Se vuole può riprovare la dose da 5 mcg . Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dr. Bottai, la ringrazio per la sua tempestiva risposta.
Faro' esattamente cosi', riprovando per priima cosa il dosaggio da 5 mcg e valutando in seguito.
Ho letto da qualche parte in rete un articolo su un farmaco simile chiamato Trimix, secondo lei ci sono delle differenze con Caverject? Varrebbe la pena provare anche questo.
Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Il caverject è sicuramente il farmaco di scelta. È sufficiente te solo trovare il giusto dosaggio. Non cambierebbe molto. Cordiali saluti