Utente 410XXX
Buon giorno,
la situazione in cui mi trovo è la seguente:
ieri mattina al risveglio mi doleva terribilmente il dito medio della mano sinistra, senza che avessi ripprtato alcun trauma contusivo o distrattivo, almeno consciamemte.
L'impressione era quella di aver dato un pugno a qualcuno, ma immagino che me ne sarei accorta, o quella sensazione do dover scrocchiare le nocche.
Ho applicato diclofenac 0,1% emulsione e ghiaccio senza alcun sollievo, anzi il dolore si è spostato al metacarpo coinvolgendo dapprima la nocca del dito indice e poi ol metacarpo del mignolo.
Nel pomeriggio ho applicato di nuovo la pomata, sempre senza risultati apprezzabili e, in preda a disperazione ho assunto 400mg di ibuprofene.
Nessun moglioramemto amzi, il dolore si presenta altalenante e a ondate, persiste come dolore sordo e diventa acuto in fase di movimento delle dita medio, anulare e mignolo.
Mi reco in serata al pronto soccorso in quanto il dolore è in fase di riacutizzazione e non trovo sollievo coi farmaci per automedicazione e tento di spiegare al medico le mie condizioni.
Mi consigliano di tenere la mano in alto, ma io riferisco che in quella posizione il dolore aumenta mentre diminuisce se la abbasso, apprendo così di essere l'unico caso al mondo...
Appreso che ho una diagnosi già accertata di tunnel carpale si chiude la faccenda con una pomata e 10 gocce di toradol (non conosco il nome generico di questo farmaco), rassicurandomi che andrà sempre peggio e consigliandomi di procedere velocemente verso l'intervento chirurgico.
Provano a fasciarmi la mano, ma la fasciatura mi fa male, quindi optano per una paletta imbottita e un voile di cotone no stretto.
Ora: la notte è passata in qualche modo, stamane ho assunto 1g di paracetamolo, ma, sorpresa, al centro del dorso della mano si rileva gonfiore e, cosa che più mi suscita perplessità, il pollice e l'indice della mano non mi dolgono e anzi, li muovo liberamente senza percepire dolore, così come il polso.
Altro fatto che mi lascia perplessa è che con l'acqua calda il dolore si attenua, e di molto, mentre col ghiaccio si acutizza.
La mia domanda:
La diagnosi non mi convince, così come non mi convince l'idea dell'intervento. Secondo voi i sintomi sono coerenti col tunnel carpale? L'intervento è davvero necessario? Quanto è rischioso l'intervento? È risolutivo? Quali sono le possibilità di recidiva?
Pospongo che al momemto non mi trovo nella mia città e non mi è possibile consultare il mio medico di base.
Grazie anticipatamente per le cortesi riaposte che vorrete elargirmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

la STC si manifeste essenzialmente con formicolio e addormentamento delle prime tre dita, specie di notte.

Il dolore, può esserci, ma non è mai localizzato ed è sempre notturno.

Pertanto, se lei ha una STC, verosimilmente essa si aggiunge a un altro problema, ben distinto.

Dirle di cosa si tratti è impossibile e sarebbe anche scorretto, dato che noi non possiamo fare diagnosi a distanza.

Deve farsi visitare da un chirurgo della mano.

Nell'attesa, l'unica cosa che può fare, è utilizzare i soliti analgesisi o antiinfiammatori comuni, a stomaco pieno e, se necessario, con protezione gastrica associata.

Buona domenica.
[#2] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2016
Dottor Leccese io la ringrazio per la sua risposta, ma le confesso che sono un po' basita.
La STC ce l'ho, elettrimiografia alla mano, ma effettivamente oltre all'intorpidimento delle prime tre dita e al risultato di avere le mani di burro non mi ha mai dato grandi dolori.
Perdoni il mio scetticismo, ma è assolutamente sicuro che il dolore che provo non può in alcun modo esserr associato alla STC?

Non è la diagnosi che cerco, ma se effettivamente le cose non sono correlate, e visto che il dolore persiste, sarà mia cura recarmi a fare degli accertamenti.

Oltretutto levarmi lo spettro dell'intervento sarebbe già un bel sollievo...

Grazie per la pazienza e buona domenica anche a lei!
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Le ripeto: la STC dà o solo formicolio (prime tre dita) notturno o eventualmente anche diurno, oppure dà formicolio + dolore (solo notturno, mai localizzato ma diffuso all'intera mano e spesso irradiato verso l'avambraccio o addirittura a tutto l'arto superiore).

Se lei ha un dolore diurno e localizzato, certamente va ricercata una causa differente dalla STC (che, ovviamente, può essere anche presente, in aggiunta).
[#4] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio moltissimo dottor Leccese, mi ha tolto un peso non indifferente e fornito strumenti e informazioni da fornire al mio medico per ulteriori accertamenti.

Ovviamemte sono conscia del fatto che la STC presto o tardi mi condurrà sotto i ferri, ma più tardi è meglio sarà, è pur sempre im intervento!

Grazie ancora, le auguro una buona giornata.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla. Sono contento di esserle stato utile.