Utente 866XXX
Cari Dottori,
sono un giovane di 29 anni cagliaritano e sono qui per chiedervi un consulto.
La mia partner ha una lubrificazione eccessiva vaginale e non riesce a "sentirmi" ma solo in minima parte.
Per quanto mi riguarda non mi aiuta di certo il problema del mio rapido godimento che non mi consente di portare alla lunga il rapporto e quindi creare più piacere da parte sua sentendomi poco...
Mi sto facendo seguire da un Urologo che mi ha prescritto una cura che consiste in: DAPAGUTT a base di Paroxetina (15 gocce al gg) e CIALIS (5ml prima del rapporto).

Per il Dapagutt è stato deleterio in quanto al secondo giorno mi sono svegliato in piena notte, molto nervoso e vedevo sfuocato... Ovviamente dopo averlo riconsultato me l'ha fatto sospendere e mi ha consigliato di proseguire solo con il Cialis.
Per il Cialis NON ho idea se sia indicato per me in quanto il mio problema non sta tanto nell'erezione ma nella durata che avrei dovuto risolvere con il Dapagutt. L'urologo mi diceva che il cialis mi serve per avere un'erezione piu duratura anche dopo l'eiaculazione ma mi chiedo, se il Cialis mi aiuta ad avere un'erezione maggiore, l'eiaculazione sarà ancora più rapida??

Consultando un'altro medico, mi ha consigliato di prendere la pomata EMLA per diminuire la sensibilità del Glande e devo dire che lievemente sono riuscito a durare appena di più (2-3 di minuti circa).

Ora, vi chiedo secondo voi cosa dovrei fare considerando che il mio problema si unisce a quello della mia partner sulla lubrificazione eccessiva?
Pensate che il profilattico femminile DUREX "O" che aumenta la sensibilità femminile, sia per lei una soluzione per "sentirmi" di più oppure essendo un gel, aumenta il problema della sua lubrificazione?

Spero di ricevere consigli davvero utili in quanto non so più chi sentire e cosa fare...

Grazie in anticipo
Claus

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,aldila' della eccessiva lubrificazione della partner,e' importante che i tempi di eiaculazione si allunghino.A tal proposito consulterei un andrologo esperto,in quanto non condivido la terapia consigliataLe dall'urologo di riferimento.Non ci dice nulla circa la resa sessuale in rapporti non vaginali,in particolare riguardo ai tempi di eiaculazione.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Concordo con dr. Izzo che mi ha preceduto. Non concordo con la terapia, almeno a naso. Cambi andrologo
[#3] dopo  
Utente 866XXX

Iscritto dal 2008
Cari Dottori,
innanzi tutto grazie per avermi dato risposta.
I miei tempi circa la resa sessuale in rapporti non vaginali (sia masturbazione che rapporto orale) sono abbastanza lunghi, a volte anche 10 minuti circa.
Mentre i tempi diminuiscono drasticamente solo nel rapporto vaginale dove riesco a durare circa un paio di minuti, il che significa 5-6 delle cosiddette "spinte".

Cosa mi suggerite come terapia? E quale per diminuire la lubrificazione della partner per sentirmi maggiormente?

Grazie,
Claus
[#4] dopo  
53238

Cancellato nel 2012
Caro Utente,

non è consigliabile, se mai possibile ridurre la lubrificazione vaginale, è un fatto fisiologico.
L'ejaculazione precoce si avvale di altre terapie ma che noi non possiamo consigliarle in questa sede, è necessaria una visita preventiva.

Cordiali saluti


[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

provi a consultare uno specialista esperto nelle problematiche eiacuatorie.
quale il dottor Furio Pirozzi Farina della Andrologia dell'Università di Sassari che potrà sicuramente aiutarla
cari saluti
[#6] dopo  
Utente 866XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Pozza,
la ringrazio per il suggerimento. Vorrei sapere come posso fare per contattare il dottor Furio Pirozzi Farina della Andrologia dell'Università di Sassari, se c'è un numero dove poterlo contattare o inviargli una email...

Ora per lavoro mi trovo in puglia e mi sarebbe impossibile raggiungerlo anche fisicamente a Sassari.

Quindi, anche secondo voi, cari Dottori, la terapia consigliatami dal mio urologo è inappropriata...

Quali sono i vostri suggerimenti in merito? Certo, non vorrei una specifica terapia in questa sede, ma come muovermi e cosa mi suggerite di provare?

Cordialmente
Claus
[#7] dopo  
Utente 866XXX

Iscritto dal 2008
Cari Dottori,
questa mattina mi sono recato in farmacia per acquistare sotto prescrizione medica del mio urologo che sta seguendo il mio problema, il Cialis.

Mi chiedevo se, secondo voi, nonostante la terapia iniziale avesse come obiettivo il ritardare l'eiaculazione, mi ritrovo ora con il solo Cialis da assumere prima del rapporto, più la pomatina EMLA.

A vostro parere è una buona soluzione per ritardare?
Vorrei un vostro gentile e spassionato parere in quanto mi sono ritrovato col cominciare una terapia a base di Dapagut gocce e interromperlo in quanto mi ha causato problemi (evidentemente anche se in dose minima di 15gocce, è pesante come farmaco essendo un antidepressivo) e finire con una pomata + Cialis che non so fino a che punto possa essermi utile considerando che non ho problemi nell'erezione.

Non soon riuscito a ricercare qui in Puglia (Bari e dintorni) un andrologo-psicologo ad alti livelli che potesse suggerirmi come si deve sul da farsi.

Sarei veramente grato di ricevere un vostro parere e suggerimenti.

Grazie in anticipo
Claus