Utente 410XXX
Buonasera,
circa due mesi fa, mentre stavo studiando, ho improvvisamente avvertito una compressione al centro del petto che è durata per pochi secondi seguita poi da dolori retrosternali o cumunque al petto. Essendo un tipo abbastanza ansioso ho pensato subito al peggio e sono andato al pronto soccorso dove mi hanno fatto due elettrocardiogramma risultati negativi, una rx torace negativa e un prelievo del sangue per gli enzimi andato bene (anche se pensavo che andasse fatto un ciclo di prelievi, invece me ne hanno fatto uno solo, va bene lo stesso?). La diagnosi è che probabilmente si tratta di reflusso gastroesofageo, ma io non avverto sintomi da reflusso tranne il dolore retrosternale. Il problema principale infatti sono questi dolori che non mi lasciano piu' in pace, sono continui durante la giornata e durano meno di un minuto ciascuno. Ho fatto una gastroscopia che ha evidenziato un leggero reflusso e ernia iatale, mi è stata prescritta una cura ma i dolori al petto non cessano e per questo ho paura che non si tratti di reflusso. Non contento, ho eseguito un ecocardiogramma che è andato bene se non per il fatto che ha evidenziato uno scollamento del 2% del pericardio e un elettro sotto sforzo anch'esso andato bene (segnalando qualche difficoltà nella fase di recupero). Ho 23 anni, fumo molto poco e non faccio molta attività sportiva. Ultimamente inoltre ho un formicolio alle dita della mano sinistra (particolarmente all'anulare e al mignolo) e quando accavallo le gambe sui piedi. La mia domanda è se tutto ciò può essere legato a problemi circolatori e se soprattutto si può escludere un problema al cuore. I dolori non passano e non so più che esami fare. Grazie per la vostra attenzione e spero in una risposta!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I dolori che lei riferisce nonn paiono di origine cardiaca, considerando anche gli esami che ha eseguito, dekl tutto normali.
Smetta di fumare, altrimenti e' inutile che si preoccupi

Arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2016
Gentile dottore, grazie per la risposta. Ha ragione riguardo al fumo, infatti da allora non sto più fumando. Il fatto è che questi dolori continuano, da cosa possono dipendere? E invece il formicolio che le ho riferito può essere segno di qualcosa o non gli devo dare importanza?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Probasbilmente sono problemi muscolo scheletrici
Arrivederci

cecchini
[#4] dopo  
Utente 410XXX

Iscritto dal 2016
Grazie ancora per la risposta, il formicolio può essere legato a questo dolore o può essere altro?
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I formicolii, chiamati parestesie, potrebbero essere tranquillamente giustificati da problemi osteo muscolari
Arrivederci

cecchini