Utente 866XXX
Buon giorno, sono un uomo di 39 anni e un paio di giorni fa durante un rapporto sessuale con la mia compagna con un suo movimento sconnesso ho subito un piccolo trauma al pene eretto; dopo un momentaneo dolore, ho completato il rapporto e non ho avuto conseguenze visibili (ematomi o gonfiori) ne dolori di alcun genere ne problemi di erezione. Tuttavia mi sono subito accorto che, durante le successive erezioni il pene stesso ha subito una leggere curvatura a sinistra verso i tre quarti della sua lunghezza, poco sotto l'attaccatura del glande. Vorrei sapere se è il caso di ricorrere ad una visita specialistica e se ho motivo di preoccuparmi, ovvero, ed è la cosa che più mi impensierisce, se questo tipo di eventi sono reversibili o se è possibile che si tratti di un danno permanente.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,va da se' che una visita presso un andrologo esperto si impone.
Sicuramente far' un ecocolordoppler penieno dinamico e tutto cio' che sortira' dalla visita.La curvatura seguita ad un trauma e',in genere,un fenomeno reversibile e non dovrebbe da luogo degenerazioni.E' chiaro che l'ipotesi formulata da confermata da chi avra' il privilegio di visitarLa.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 866XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio, seguirò il consiglio per una visita specialistica, è opportuno che io scatti delle foto per evidenziare il problema al medico ?
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...e' preferibile.Cordialita'.