Utente 185XXX
Sabato mattina, mentre ero intento a potare una pianta , il cordolo su cui ero posizionato ha ceduto, prima ho battuto violentemente il sedere sul cemento e poi sono caduto sul terreno con il lato sinistro del corpo. Il dislivello tra il cordolo e terreno era di circa un metro. Dopo l’impatto ho avvertito un forte dolore a livello di bacino, osso sacro e coccige. Rialzatomi con difficoltà, ho continuato il lavoro con tutti i dolori. Nei giorni successivi quando mi sedevo era una sofferenza, stare seduto normalmente era impossibile e quindi mi giravo sul lato. Nel rialzarmi era peggio. Il medico informato telefonicamente dell’accaduto mi ha detto che i dolori dureranno e che oltre agli antidolorifici non c’è niente da fare. Oggi a distanza di quattro giorni dall’accaduto, il dolore non si è attenuato, sedermi e alzarmi è complicato e doloroso, quando cammino oltre al dolore avverto un peso nella zona, sono diventato quasi stitico ed da stamattina ho la sensazione come di voler rimettere. Che mi consigliate? Grazie dell’attenzione

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Antonio Mattei
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Utente
vista l'entità del trauma e la sintomatologia persistente sarebbe prudente eseguire almeno una radiografia del bacino e della colonna lombosacrale.
Qualche volta infatti a seguito di questi traumi si riscontrano lesioni sia vertebrali che del bacino.
Nel frattempo stia a riposo.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottor Mattei grazie per la disponibilità e la risposta.
Seguirò il Suo consiglio.
Cordialmente
[#3] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dott. Mattei come da Sua indicazione ho fatto le radiografie suggerite. Questo il referto:
" Assenza di evidenti lesioni traumatiche scheletriche; discreta scoliosi lombare sinistro-convessa; modeste note di spondiloartrosi; regolare l'ampiezza degli spazi discali; conservati i rapporti articolari coxo-femorali e sacro-iliaci".
Nonostante l'assenza di lesioni, la sintomatologia persiste e quando mi alzo si acutizza in maniera insopportabile. Con gli antidolorifici ho un sollievo temporaneo. Che faccio? In tutto questo ho continuato a lavorare regolarmente in ufficio.
Grato della risposta.
[#4] dopo  
Dr. Antonio Mattei
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Quindi mi pare di capire che si è trattato di una contusione.
Purtroppo devo comunque avvisarLa che anche le contusioni possono provocare una sintomatologia simile e a volte anche più intensa delle lesioni fratturative.
Le consiglio quindi di seguire un periodo di riposo magari utilizzando una seduta comoda (vedi ciambelle gonfiabili che si usano per le fratture o lussazioni di coccige) e fare uso di anti dolorifici al bisogno.
Se il dolore si localizza a livello lombare potrebbe essere utile, per un breve periodo, l'uso di una fascia lombare con stecche posteriori (lombostato) in modo da poter scaricare, nella fase di acuzie, la colonna lombare.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dott. Mattei La ringrazio per la risposta e per le preziose indicazioni. Nonostante il dolore mi sento più tranquillo e penso che prima o poi mi passerà.
Grato per la disponibilità.
Cordiali saluti