Utente 410XXX
Buonasera, volevo dei consigli, sono un ragazzo di 21 anni, molto paranoico per quanto riguarda la zona rettale perchè ho già subito un piccolo intervento. Da 5 giorni ormai, ho avvertito un dolore anale, come se ci fosse qualche cosa che punzecchiava e creava dolore, dopo 2 giorni sono andato dal dottore e mi ha detto che si tratta di emorroidi, mi ha consigliato delle medicine, tra cui una pomata e delle pillole(venosid). La sera stessa del secondo giorno non ho avvertito più alcun dolore e non ho preso le medicine, mi sono recato il giorno seguente dallo stesso riferendo i miei sintomi e mi ha detto di prendere Venosid evitando l'uso della pomata, mi ha anche consigliato di controllarmi sul cibo e di lavarmi con acqua fredda.
Al 4 giorno avvertivo piccoli dolorini, una volta ogni tanto, e guardandomi ho notato che era piccolina.
Al 5 giorno invece, ho avvertito dolo medi, e controllandomi ho visto che si è ingrossata all'esterno diventando violastro, ho applicato la crema sull'emorroide, e sto continuando la terapia con le pillole.
A cosa è dovuto questo sbalzo di dolori?
Come mai il dolore è scomparso da un momento all'altro fino al 4 giorno e al 5 ho questi dolori?
è giusto lavarsi con acqua fredda?
Può essere che l'acqua fredda abbia fatto ingrossare l'emorroide e coagulato il sangue facendo diventare violastro?
Al 5 giorno alle ore 17.00 quando stringo i muscoli, avverto dolore, cosa posso fare per farli passare?
P.S. non ho mai avuto problemi di stitichezza, non ho mai avuto perdite di sangue.


Ringrazio tutto lo Staff!
[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente il trattamento medico deve essere protratto per un periodo non inferiore a 15 20 giorni e poi farsi valutare sull'esito oltre che ad apprezzare il miglioramento sintomatologico. I semicupi sono meglio con l'acqua tiepida. Può utilizzare antidolorifici se necessari con gastroprotezione.
Saluti