Utente 109XXX
Buongiorno, sono un uomo di 38 anni. Un anno fa mi è stata diagnosticata la malattia di La Peyronie (visita completa, ecodoppler eccetera); il Medico specialista allora mi parlò di due piccole placche attive.
Mi è stata prescritta una terapia (Vitamina E 400 UI) che ho seguito per alcuni mesi durante i quali sono andato a visita. Prossimamente dovrei andare di nuovo a visita e nell’attesa vorrei chiedere a voi un consulto (che ovviamente non sostituirà la visita alla quale devo sottopormi).

Avverto un po’ di dolore (sopportabile) all’erezione (non sempre). Il dolore aumenta un po’ il giorno successivo ad un rapporto sessuale,
ma non è mai stato un dolore che mi impedisce di avere rapporti. E ad oggi non ho curvature del pene.
Vorrei chiedere cosa ne pensate della mia situazione. Il dolore prima o poi scomparirà o dovrò conviverci a vita?
Oppure si può trattare di nuove placche?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

il dolore generalmente, in presenza di una Induratio Penis Plastica, indica che il processo infiammatorio non è ancora completamente risolto e quindi è difficile fare, da questa postazione e senza avere visto nulla, una corretta prognosi: cioè capire come evolverà nel tempo il suo attuale problema clinica.

Risenta ora il suo andrologo di fiducia e poi, se lo desidera, ci riaggiorni.

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
QUindi è possibile che si tratti di nuove placche? Oppure che sia ancora il processo infiammatorio di un anno fa?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, nuove placche sono rilevabili solo dal suo urologo o con ecografie mirate mentre , come già dettole, il dolore indica sicuramente che il processo infiammatorio non è ancora completamente risolto.

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2009
Sì, certo, le nuove placche dovrebbero essere rilevate dall'urologo. Intendevo se in linea teorica possono essere nuove placche oppure è più probabile che si tratti del processo infiammatorio di un anno fa non ancora risolto.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
E' più probabile che si tratti del processo infiammatorio di un anno fa non ancora risolto.