Utente 478XXX
Buon giorno, 10 giorni fa in seguito ad una caduta mi sono procurato una forte contusione costale al fianco sx. Per alcuni minuti forse per il forte dolore ho avuto difficoltà di respiro che si è risolto spontaneamente. Il giorno successivo per il dolore pungente ad ogni piccolo movimento mi sono recato al p. s. dove mi hanno fatto un'ecografia "veloce" e rx che sono negativi per evidenti fratture.
Sto prendendo ogni giorno coefferalgan e localmente Voltaren senza evidente miglioramento. Il dolore è invalidante, si manifesta trafiggendomi ad ogni minimo movimento,anche parlare alle volte mi procura dolore, il respiro invece se non è profondo non mi da fastidio, ma la notte mi è difficile trovare una posizione che mi permetta di dormire.
Localmente non si vede nulla. Avete qualche commento o consiglio da darmi per capire e alleviare le mie sofferenze ? Per quanto tempo dovrò restere in questa precaria situazione ?
Ringrazio per l'attenzione che vorrete darmi
[#1] dopo  
62314

Cancellato nel 2008
Una contusione toracica, a volte associata a infrazioni costali (ovvero piccole fratture incomplete), è molto dolorosa, spesso per diverse settimane.
Continui con l'analgesico (per es Contramal gocce), può essere utile una fascia toracica (come quelle che usano i pazienti operati al cuore).

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
E' possibile che la contusione abbia provocato una frattura composta, anche se di essa non vi è evidenza radiologica. Si tratta di una delle situazioni in cui la possibilità che un esame radiologico possa essere falsamente negativo è possibile e riconosciuta.
Purtroppo sul piano terapeutico non vi è molto da poter fare se non quello che sta già facendo.
E' opportuno un controllo clinico-radiologico per escludere la compartecipazione pleurica al trauma che in genere si rende evidente dopo sette otto giorni.
[#3] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2007
Il Contramal l'ho preso proprio ieri sera, mi pare più efficace, ho riposato. Avevo avuto un lieve miglioramento ma progressivo la prima settimana, poi domenica scorsa per aver solo camminato un pò sono sono peggiorato come o più del primo giorno.
Potrei sapere come si manifesta il sintomo dell'interessamento pleurico ?
Ho l'impressione che la cura più utile sia stare sempre fermi, immobili cosa tutt'altro che semplice.
Grazie per le vostre risposte

[#4] dopo  
62314

Cancellato nel 2008
Le complicanze "pleuriche" di un trauma toracico sono il pneumotorace (che però in genere è immediatamente successivo al trauma)e il versamento pleurico sieroso, sieroematico o ematico che spesso è tardivo (tranne ovviamente l'emotorace, ovvero la presenza di abbondante sangue nel torace, che è una complicanza immediata di un trauma toracico).
Non credo che lei abbia o avrà nessuna delle complicanze accennate: mi sembra corretto però eseguire un controllo radiografico tra 5-7 gg.

Saluti
[#5] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2007
Se non riprenderò a migliorare lo farò.
Grazie ancora
[#6] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2007
Salve, ho dovuto sospendere quasi subito il contramal che pur efficace mi procurava un deficit d'attenzione anche di giorno pur prendendolo solo la sera. Ho continuato con la nimesulide la sera e 1 cerotto fans al mattino, terapia che risulta efficace, ma quando la sospendovo in 24 ore il dolore trafittivo al fianco soprattutto di notte si ripresentava.
Ieri a venti giorni dal trauma mi hanno rifatto le lastre che sono ancora negative.
Il medico ha rilevato con il fonendo dei deboli rumori o strofinii pleurici nella zona della contusione che dice potrebbero essere l'origine del mio dolore.
Per scrupolo mi ha anche eseguito un ecocardio ed ECG che sono negativi.
Sembra non mi resti che continuare la terapia con fans e gastroprotezione sperando che un pò alla volta il dolore ceda e lo stomaco regga.
Grazie per i vostri interventi
[#7] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2007
Salve, sono trascorsi tre mesi dalla mia caduta con relativa contusione, ma i miei sintomi senza terapia antinfiammatoria lentamente riprendono puntuali dopo un giorno senza farmaco.
La terapia con nimesulide quando la faccio è veramente efficace, svolgo la mia attività e riposo senza quasi alcun sintomo.
Quando sospendo la terapia o dimentico la pastiglia il dolore ora insorge gradualmente più localizzato al fianco sx, all'altezza delle ultime due costole verso il basso, è pungente e trafittivo solo in alcune posizioni, non tanto al tatto ma nei piccoli movimenti di torsione del torace che capita di fare stando quasi fermi in piedi o nel sonno girato sul fianco.
Non so che altro fare, questo è il secondo infortunio che non riesco a risolvere, ma i medici nemmeno anche se questa volta ritengo di aver avuto la giusta attenzione dai medici che mi hanno visitato.

Datemi una mano, un indirizzo terapeutico anche nella mia zona per uscirne (vedi anche altro mio post ortopedico).
grazie
[#8] dopo  
Utente 478XXX

Iscritto dal 2007
Sono trascorsi sei mesi. I fans non li assumo da tempo. Il dolore trafittivo permane solo quando mi giro dormendo sul fianco.
Spero di sbagliarmi, ma mi sembra di capire di dovermi dare una risposta un pò amara da solo: contusione costale ? Chi ce l'ha se la tiene.
saluti