Utente 411XXX
Salve,
ho 29 anni e svolgo un lavoro sedentario dinanzi al pc.
Prenoterò una visita medica per la prossima settimana ma, nel frattempo, sono venuto qui per sapere gentilmente da voi come posso lenire un forte e persistente dolore che si dirama dalla parte bassa del collo, passando per il trapezio e per il deltoide fino ad arrivare ad un punto del braccio sinistro tra bicipite e tripite, dove il dolore raggiunge il picco massimo.

Non svolgo attività fisica quindi credo che questo problema sia dovuto ad una errata posizione al computer (mi appoggio spesso di peso con il braccio sinistro sulla scrivania mentre con il destro uso il mouse).
Per quello che sto sentendo, il dolore non dovrebbe interessare i muscoli in quanto percepisco una tensione e un forte "tiramento" più in profondità, quasi come se si trattasse di un tendine o di un nervo. Difatti tendo involontariamente a piegare verso sinistra il collo perchè appunto mi sento tirare da quella parte, e quando allungo il braccio verso il basso il dolore si intensifica e sento una sorta di formicolio sempre all'altezza del bicipite/tricipite.
Inoltre, da qualche giorno, poggiando il braccio anche su una superficie morbida (come ad esempio il sofà) il braccio stesso, ma soprattutto la mano, iniziano a tremare.

Essendo affetto da favismo non ho mai preso in vita mia degli anti-infiammatori, per cui in questi giorni ho iniziato a prendere con regolarità delle Tachipirine da 1000mg, ottenendo però uno scarso risultato.

In attesa della visita che effettuerò la prossima settimana, sapreste darmi delle prime indicazioni su cosa possa essere e soprattuto potreste gentilmente indicarmi un rimedio per lenire questo forte dolore che non mi sta permettendo nemmeno di dormire la notte?

Grazie mille.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La storia clinica che ha riportato è decisamente ben descritta ma non sufficiente a far ipotizzare una possible patologia. Infatti, i sintomi possono dipendere da più di una malattia e per comprendere quale possa essere, il medico ha bisogno di effettuare una visita clinica in modo da acquisire gli elementi giusti per poter stabilire una corretta diagnosi avvalendosi anche di indagini strumentali adeguate allo scopo.
Il mio consiglio, per il momento, è quello di stare a riposo senza sforzarsi molto ed attendere la visita che ha già prenotato.
AUguri