Utente 411XXX
Buongiorno, vorrei chiedervi un consiglio in quanto i medici in ospedale non mi danno informazioni. Il 10 aprile (36 giorni fa) sono caduta snowboardando e mi sono rotta il radio al polso sinistro. La frattura era scomposta, di conseguenza la dottoressa del centro traumatologico ha ricomposto l'osso mettendomi l'apparecchio gessato fino alla spalla. Dopo 32 giorni di gesso, mi viene tolto in ospedale e dai raggi viene constatato che l'osso non si è calcificato e mi prescrivono altri 30 giorni di tutore, dopodiché devo rifare visite e raggi. È normale che ci impiega così tanto a calcificarsi considerando che ho 27anni? Ora avverto dolore ad ogni movimento ed ho la mano perennemente gonfia, molto gonfia. Posso tornare a lavorare tranquilla, dato che faccio l'impiegata, oppure devo stare a riposo? Rischio di riromperlo facilmente? Sapete indicarmi i tempi indicativi di completa guarigione? Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Internullo
36% attività
4% attualità
16% socialità
ENNA (EN)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Può succedere a cui si associa il gonfiore dopo della mano e il polso per un problema di algodistrofia con associata diminuzione di calcio nell'osso per la immobilizzazione per cui per il non uso arriva meno sangue e meno nutrimento per il suo osso fratturato.
[#2] dopo  
Utente 411XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio moltissimo per la risposta. Purtroppo il 31 maggio ho rifatto di nuovo i raggi ed alla visita di ieri 6/06 l'ortopedoco mi ha comunicato che la frattura è invariata, non sta guarendo ed addirittura si è leggermente scomposta. Considerando che ho fatto dal 10 aprile al 12 maggio di gesso e dal 12 maggio ad oggi con tutore, le sembra normale che la frattura è invariata o meglio peggiorata? Mi consiglia di sentire un altro medico? Secondo lei ci sono possibilità che decidano di operare? Potessi le allegherei le radiografie, ma purtroppo non si può. Grazie mille per la sua attenzione.