Utente 411XXX
Buona sera ,
Nel 2009 in cura da un dentista mi è stato diagnosticato una lesione che secondo il dottore poteva essere una leucoplachia sul palato, mi ha mandato a fare un accertamento dal chirurgo maxillo facciale dove mi hanno fatto una biopsia per sapere se effettivamente era una leucoplachia oppure no dal risultato era uscito diffusa ipercheratosi e blando focale infiltrato infiammatorio cronico alla giunzione epitelio stromale .
Da allora fino ad oggi venivano pustole simili calli molto piccoli che andavano e venivano , ora da circa 3 giorni sul palato ho una lesione completamente bianca sul palato con puntini rossi ,ho da mesi dolori alla testa e giramenti di testa non ho mai pensato fosse collegato ma la mia paura è che c'entri , dalla biopsia non sono mai riuscita a capire se fosse una lesione precancerosa o no e ad essere sincera la cosa mi spaventa ho appuntamento dal maxillo facciale tra due settimane e fino ad allora non sono per niente tranquilla mi potete dare spiegazioni sulla differenza di leucoplachia e ipercheratosi? Se fosse leucoplachia devo preoccuparmi?
Grazie per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
La leucoplachia è una ipercheratosi ma non tutte le ipercheratosi son leucoplachia.
Mi spiego meglio partendo dalla definizione che da l'OMS della leucoplachia: placca bianca non caratterizzabile in un’altra condizione né da un punto di vista clinico né da un punto di vista istopatologico. Si deduce dalla definizione che la diagnosi di leucoplachia si basa sulla esclusione di altre lesioni che magari sono anch'esse caratterizzate da ipercheratosi: ad esempio il lichen o l'ipercheratosi frizionale.
Se per la sua ipercheratosi non son state individuate cause e non è stata inquadrata in nessun altra condizione patologica allora si trattava probabilmente di una leucoplachia.
Legga l'articolo sull'argomento che è pubblicato nel nostro sito, ci troverà delle informazioni che potranno esserle utili.
http://www.medicitalia.it/minforma/odontoiatria-e-odontostomatologia/1258-leucoplachia.html

Cordialità
[#2] dopo  
Utente 411XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per la risposta,
Ora la lesione che nel messaggio precedente ho scritto dopo tre giorni è completamente guarita , mi posso tranquillizzare fino a quando non ho visita dal maxillo facciale?
La ringrazio molto
[#3] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Se la lesione non è più presente non ci son motivi di preoccupazione. Stia serena
[#4] dopo  
Dr. Andrea Servili
28% attività
16% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile signora,
Concordo con il dottor Di Iorio, può tranquillizzarsi.
Al limite visto che ha già prenotato magari in ospedale la guardano con accuratezza e le potrebbero proporre dei controlli dilatati nel tempo visto che in passato ha avuto una ipercheratosi.
Comunque stia senza pensieri.
[#5] dopo  
Utente 411XXX

Iscritto dal 2016
Chiedo scusa il ritardo ringrazio per la risposta ricevuta..