Utente 184XXX
Buonasera,
ho un dubbio che mi sta creando ansia. Ho un cugino di primo grado deceduto all'età di 40 anni, presumo (perché non lo frequentavo e non frequentavo la famiglia) di infarto. Non conosco nemmeno quali fossero le sue abitudini e quali possano essere state le cause. Un simile grado di parentela aumenta il rischio di morte improvvisa per familiarità, sebbene non sia a conoscenza di casi simili nei miei nonni, bisnonni e gli stessi zii?? Dovrei approfondire con qualche test del DNA, oltre alle indagini di routine??

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La parenrtela con un cugino non aumenta significativamente il rischio di morte improvvisa cardiaca.
Ovviamente esegua un ECG ed una visita cardiologica ed elimini i fattori di rischio modificabili (sedentarieta', eventuiulae fumo ed ipercolesterolemia...)
Arrivederci