Utente 122XXX
Egregi dottori,
ho 32 anni e da almeno una decina di anni mi capita ogni tanto (diciamo qualche volta l'anno) di avvertire uno strano fastidio che si irradia dalla parte bassa della schiena all'area genitale. Questo mi capita quasi sempre durante la notte sdraiato sul letto e qualche volta da seduto.
Il fastidio è piuttosto intenso e non riesco ad attenuarlo in alcun modo (camminando, massaggiando, andando in bagno), in genere dura circa una mezz'ora. Ho iniziato a sospettare che possa essere causato dalla prostata, in quanto una volta in seguito a un'eiaculazione il fastidio è sparito subito.
Vorrei chiedervi se il quadro è compatibile con una prostatite (cronica?) posto che non osservo altri sintomi degni di nota, e se a vostro avviso sia necessario curare (se possibile) o comunque controllare la cosa - visto che comunque i sintomi si presentano piuttosto sporadicamente.
Vi ringrazio e saluto cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente
Sono sintomi aspecifici. Difficile dirle dalla mia postazione se sono causati da una congestione prostatica o altro. La prostatite di solito si accompagna ad altri sintomi minzionali anche se non è la regola.. Se i sintomi persistono o si aggravano, ne parli col suo medico curante. A presto
[#2] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dott. Bottai per la sua risposta. Se i sintomi si faranno più frequenti o più intensi ne parlerò col medico curante.
Quando mi ricapiterà, c'è qualcosa a cui potrei far caso in modo da facilitare l'eventuale diagnosi?
[#3] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
La prostatite si accompagna a sintomi minzionali irritativi (bruciore, urgenza minzionale, urinare spesso...), fastidi e dolori perineali, sacrali, testicolari, penieni, eiaculazione dolorosa, deficit della funzione erettile... Fino alla febbre nella fase acuta. Naturalmente ci sono poi situazioni di congestione e infiammazione prostatica in cui i sintomi possono essere anche modesti e sfumati. A presto
[#4] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Grazie ancora dott. Bottai.