Utente 867XXX
Salve,

sono una ragazza di 23 anni, il mio problema è una caduta di capelli per la comparsa della quale non ho ancora trovato spiegazione.
Il problema in realtà si è presentato già da qualche hanno (avevo 19 anni circa); ma all'epoca mi sono limitata a rimedi di tipo cosmetico, utilizzavo le fiale kerastase al minoxidil. Purtroppo circa un anno fa la cosa pareva essere peggiorata, ed ho effettuato, su consiglio della mia dermatologa di fiducia, vari esami del sangue tra cui quelli ormonali, ho controllato la tiroide, la celiachia, ho fatto varie visite dalla ginecologa, ed ho effettuato un "tricogramma".
Tutto pare essere regolare, tranne il fatto che la ginecologa mi ha riscontrato la presenza di follicoli nell'ovaio, "patologia" abbastanza diffusa nelle donne, e che soprattutto, secondo la dermatologa, non puo' essere la causa del problema ai capelli. Ho utilizzato degli integratori (biomineral plus) e una lozione, la caduta sembrava minore e soprattutto c'era una piccolissima ricrescita, che poi si è rilevata meno di quanto mi aspettassi.
Inoltre ho voluto sentire il parere di un'altro dermatologo presso l'IDI, il quale mi ha somministrato una terapia di 3 mesi con il pantogar e l'utilizzo di una lozione "aloxidil"(mi pare di ricordare), anche questa volta la caduta sembrava essere di minore rilievo, ma una volta terminata la terapia mi pare di essere tornata "peggio" di prima.

Premetto che ho sempre avuto pochi capelli e molto fini, ma ultimamente ho notato questo diradamento nella parte superiore del cranio.
Cosa ne pensate? Potreste suggerirmi qualcos'altro da fare?Credo che mi resta ben poco.
[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
16% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2000
Gentile Utente le terapie per l'alopecia androgenetica(che sono quelle prescritte)vanno continuate se non "vita natural durante" almeno per periodi lunghissimi e parlo di anni.Naturalmente vanno anche indagate altre cause che possono determinare dei telogen effluvium che possono rendere la situazione peggiore se non accelerare il processo di miniaturizzazione su base genetica implicato nella calvizie(o alopecia androgenetica che dir si voglia).Vanno altresì escluse altre patologie del capillizio, come un'areata incognita e tant'altro che solo rideterminandosi con un Dermatologo di fiducia, che possa seguirla costantemente, può fare.
Cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
non perda la fiducia e cerchi di riprogrammare una visita dermatologica (magari corredata di test digitali importanti e non invasivi come il tricogramma quali il calcolo digitale del diametro medio dei capelli e della densità locale) e sicuramente potrà meglio reimpostare un percorso di cura per questo suo problema.

cari saluti
[#3] dopo  
Utente 867XXX

Iscritto dal 2008
Cari dottori,
Vi ringrazio per aver risposto al mio quesito.
Volevo solo puntualizzare che le cure, specie la prima, le ho seguite per periodi relativamentelunghi, 16 mesi c.a, alternando, su consiglio del dermatologo, periodi in cui prendevo gli integratori a periodi di "riposo"; e comunque la decisione di sospendere/cambiare cura è sempre stata pesa con il dermatologo.

Inoltre questa mattina, sono al 14° gg del ciclo, ho fatto un tricogramma, dovrei avere la risposta venerdì pomeriggio.

A conti fatti comunque, finora l'unico metodo che si è rilevato "efficace", almeno durante l'utilizzo, è stata la lozione "minoxidil".

Ora resto in attesa della risposta del test, poi si deciderà il da farsi, se ricominciare o meno con la lozione.

Mi resta il dubbio dell'ovaio micropolicistico, secondo voi è correlato al mio problema?

Dovrei prendere la pillola?
[#4] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
16% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2000
Si, potrebbe esserlo
Cari saluti
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Esiste una altissima percentuale di influenza di questa patologia sull'asse ormonale gonadico e quindi anche sulla recettorialità a livello del follicolo pilo-sebaceo.

dal dermatologo chiarirà ogni aspetto.

cari saluti
[#6] dopo  
Utente 867XXX

Iscritto dal 2008
Ho eseguito il tricogramma, dal quale non risultano esserci anomalie, tutto regolare.
Ma allora?Non so più che o pensare
[#7] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
se una diagnosi di alopecia androgenetica (calvizie femminile) è confermata, sappia che il tricogramma non è l'esame dirimente: molto più specifcii il calcolo digitale del diametro medio del capello e della densità locale: tests che servono anche per valutare(mediante confronto) la bontà delle terapie applicate.

cari saluti
[#8] dopo  
Utente 867XXX

Iscritto dal 2008
Salve,

Il dermatologo mi ha somministrato : Lozione Same Urto da applicare dopo ogni lavaggio per c.a 15-20 + i vecchi integratori BIOMINERAL PLUS (2 al giorno).

Cosa ne pensate?

Grazie