Utente 310XXX
Gentili medici.
Da circa un anno ho mignolo e anulare addormentati. Dopo aver effettuato EMG ai 4 arti , Potenziali evocati motori ed eco al gomito , lo specialista di chirurgia della mano mi da indicazioni di un intervento di neurolisi al nervo ulnare dx per sospetto intrappolamento. L' intervento verrà eseguito in day hospital. Chiedendo che tipo di anestesia mi verrà praticata , mi è stato detto che si tratterà di un anestesia plessica . Io sono molto preoccupato perchè ho timore che durante l'introduzione dell'ago possa sentire tanto dolore. Il dolore avvertito è come un inezione nei glutei? Il chirurgo mi ha detto che mi verrà effettuata un elettromiografia per individuare precisamente il nervo da anestetizzare, poi mi verrà praticata l'anestesia. Può darmi qualche informazione? Essendo portatore di ernia iatale di un angioma cavernoso al tronco encefalico, di piccolo aneurisma cerebrale , di vescica neurogena, (pratico il cateterismo intermittente)i farmaci che mi verranno somministrati relativi all' intervento possono avere controindicazioni con i disturbi che accuso? ( ritenzione urinaria , ictus cerebrale , ) . Grazie per le risposte che vorrete fornirmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Buonasera, l'anestesia d'elezione per questo intervento è effettivamente il blocco del plesso brachiale per via ascellare. In alternativa potrebbe essere anche tentata una anestesia locale con infiltrazione della zona interessata al taglio chirurgico, ma alla fine la prima scelta, a mio avviso, è la migliore.
Non vi sono particolari controindicazioni con le problematiche da lei riferite che andranno comunque comunicate al suo Anestesista.
Il blocco del plesso brachiale ascellare è una tecnica ben rodata che si effettua individuando il nervo da addormentare con un piccolo ago collegato con un elettrostimolatore ed evocando, attraverso la sua stimolazione elettrica la contrazione dei muscoli ad esso collegati.
Ciò le permetterà una perfetta e ristretta anestesia della parte interessata all'intervento con un pronto recupero motorio e sensitivo nelle ore successive.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 310XXX

Iscritto dal 2013
Gentile medico.
La ringrazio per la risposta che ha voluto fornirmi.
Il dolore che si sente durante l'introduzione dell'ago nell'ascella è simile ad un inezione dei glutei ho molto più intenso?
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
20% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Mah! Il dolore è un'esperienza molto soggettiva. Difficile fare dei paragoni. Certamente vi può essere un certo fastidio dovuto anche al pensiero della sede di puntura ma è un attimo mi creda. Dopo che l' ago è entrato non percepisce dolore.
[#4] dopo  
Utente 310XXX

Iscritto dal 2013
Gentile medico.
Per fare un paragone di inserimento aghi : sono più dolorosi gli aghi di elettromiografia o quelli per anestesia? Premetto che mi è stata effettuata un emg 4 arti , ma quando mi è stato inserito l' ago a livello del muscolo palmare breve e eminenza dell'ipotenar ho sentito dolore. Ed anche in passato durante una suturazione al pollice quando mi hanno anestetizzato credo o il muscolo adduttore del pollice o il nervo digitale palmare del pollice ho sentito dolore. Mia moglie a subito un artrocentesi a gin. sx per aspirazione liquido ma dice di aver sentitot male. Io ho molta paura. Tre anni fà mi hanno infilato un catetere vescicale da 18 ch in vescica il dolore è uguale o maggiore?

Grazie per la risposta.