Utente 868XXX
salve, ho 30 anni e non ho ne' allergie ne' mai problemi di salute in tutta la vita. Ho sempre avuto una vita sessuale molto soddisfacente e nei periodi di magra procedo occasionalmente con la masturbazione. Questo lo dico perchè l'ultima volta che mi sono masturbato, ieri, non ho notato nulla di strano mentre oggi nel sistemarmi meglio sul sedile dell'auto ho notato che bastava una lieve pressione (limitatamente al punto piu' basso) del testicolo sinistro per farmi male. Arrivato a casa ho controllato subito in preda al panico e ho notato che il testicolo sinistro in effetti è ingrossato del 30% perchè se il testicolo destro è, al solito, sensibile al tatto solo in profondità e piuttosto morbido, il contenuto del testicolo sinistro è oblungo e parecchio duro, e preoccupantemente grande, diciamo che è un elissoide di 5x3cm, almeno pare, al tatto. Assomiglia un po' ad una castagna allungata ed è indolore anche se ora dopo tutte queste preoccupate palpeggiate risulta indolenzito.
Ovviamente sono nel panico piu' completo perchè ieri me ne sarei decisamente accorto e non so che pesci pigliare vista la rapidità di evoluzione della cosa. Immagino che se domani mi sveglio e vedo che la cosa non è rientrata devo recarmi in pronto soccorso... che cosa può essermi successo? Si è rotto? C'è possibilità che possa avere un tumore (e che quindi possa morirne)?
P.S. Non ho avuto nessun trauma o urto o frattura nè ieri ne mai nella mia vita, e subito solo operazioni per tonsille e adenoidi a 4 anni.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egregio signore4,
le consiglio di telefonare domani ad un collega per un appuntamento. La masturbazione non c' entra nulla
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

l'ipotesi di una infiammazione epididimaria (epididdimite) non è del tutto da escludere.
Se il fenomeno persiste si faccia vedere dal suo medico che valuterà l'opportunità di una ecografia o di una visita specialistica
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 868XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la celerità della risposta.. Purtroppo devo un po' fare i conti con le ferie da prendere per fare una visita, con il terrore di una diagnosi tumorale/mortale (sono uno di quei tipi che diventa ipocondriaco esclusivamente in ospedale, non ne tocco neppure i passamani o i pulsanti degli ascensori...) o di sterilità.. o di degenze lunghe con conseguente imbarazzo per chi mi venga a trovare in reparto...Qual'è la cosa peggiore che può capitarmi, nella più nera delle ipotesi? E la migliore?
Non poteva rompermisi un dito piuttosto!??
Datemi una mano con i da farsi per gentilezza.
La prassi è andare dal medico di base -> ottenere una richiesta (per non pagare manu propria, vorrei tenere la cosa riservata se avrò la fortuna che sia una cosa da poco) per uno specialista in ospedale -> effettuare la visita vera?
Inoltre, come faccio a riconoscere (almeno a grandi linee) se la diagnosi che mi vien data è superficiale o esagerata? Non vorrei diventare sterile o eseguire cure evitabili per incompetenza.
Grazie anticipatamente per l'attenzione e vivissimi complimenti per la missione che portate avanti offrendo questi consulti, e grazie anche per la pazienza che portate agli utenti paranoici come me, ma la paura è proprio tanta! Saluti
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Lasci perdere la paura e fili. E non chiedo scusa dell' imperativo
[#5] dopo  
Utente 868XXX

Iscritto dal 2008
Ovviamente nei prossimi giorni prenderò appuntamento per una adeguata visita specialistica.
Vista la decorrenza così rapida (1 giorno!), è possibile che si tratti di tumore?
Visto che sono preoccupato sto cercando in rete di trovare la maggiore somiglianza ai miei sintomi e ho notato che quasi nella totalità dei documenti reperibili riporta dimensioni estranee che non superano i 3, 3.5 centimetri mentre la mia sarà quasi il doppio, e di forma regolare e *molto* compatta, lievemente indolenzita costantemente. Ho anche febbre a 37,8 e come sempre me la passo in piedi. Tramite palpazione è possibile muoverla come se fosse un unico corpo, e diventa un po'più dolorosa solo se premuta frontalmente o da basso. Non ho nè dolori alla minzione nè alterazioni similari. A parte la "cozza" lievemente dolorante nel mio scroto sx tutto m mi sembra normale, anche sulla pelle (sebbene io abbia le vene varicose) non vi sono visibili tumefazioni (come letto in altri documenti) o brutte vene che fanno capolino.
L'unico sintomo precoce che posso provare a ricondurre a questo è un notevole dolore profondo alla natica (sempre sinistra, nel punto esatto in cui si fanno le iniezioni) che mi ha impedito di dormire piacevolmente per un paio di notti.
Dolore che dopo è passato completamente e ora non ne ho neanche ricordo, ciò è accaduto un paio di mesi fa.
So bene che avrò l'esito solo dopo il primo referto e che sarebbe ridicolo pretendere responsi plausibili tramite un forum, ma per dormire con meno incubi prima di allora è possibile allontanare *almeno un po'* questa o quell'altra diagnosi in base ai miei sintomi? Grazie

p.s. ho provato anche la storia della torcia alla base dello scroto (ne ho usata una estremamente luminosa), ma la luce non traspare assolutamente in nessuna parte del mio apparato genitale, va anche detto che sono molto grande e come persona (2m x 95kg) con un bel tono muscolare. Come vedete ho paura e cerco di appigliarmi come posso...
[#6] dopo  
Utente 868XXX

Iscritto dal 2008
"Lasci perdere la paura e fili" devo intenderlo come che mi devo mettere la giacca e correre in pronto soccorso ORA o che basta placcare il mio medico curante?
Se come sono certo conoscete l'inglese, ulteriori similitudini sintomatiche sono estremamente analoghe alla descrizione presente qui, specialmente riguardo alla forma del corpo, molto rigido e con un punto di flesso molto ben percepibile in basso
http://www.tc-cancer.com/forum/showthread.php?t=4040

Sa.. il mio medico curante è tanto una brava persona, ma quando a mia nonna è venuta la vasculite l'abbiamo diagosticata fai-da-te tramite internet dai sintomi(noduli sotto pelle in vari punti del corpo, asportati in seduta d'ambulatorio) mentre il medico di base nonostante abbiamo fornito stampe di referti simili a questi vostri che palesavano vasculite.. si è rifiutata di seguire tale strada.
Quando a nonna sono saltati i reni le hanno diagnosticato proprio vasculite e dopo un decorso straziante è morta.
Voi qui non guadagnate nulla ad aiutarci come fate, per cui è normale che tendiamo a prendere i vostri pareri in gran considerazione, perchè sono "aggiuntivi" e disinteressati.
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egregio signore,
senza pensare a un tumore, il sottoscritto in 20 anni e passa di onorata carriera ha avuto a che fare cvon infezioni trascurate, che poi a sistemarle ear un problema. Il mio era un invito, forse eccessivo, a darsi da fare
[#8] dopo  
Utente 868XXX

Iscritto dal 2008
in settimana senz'altro prenoterò una visita, speriamo di non trovare l'unico mammalucco che dopo una palpatina mi mette una biglia di vetro quando bastavano due pillole ... eheh (autoironia, che altro posso fare per ora!) vi farò comunque sapere che roba ho, per il momento non è cambiato nulla ad ogni modo, a parte che ora mi da proprio fastidio, mi pare un gavettone pronto a scoppiare. Non fa male, ma da proprio fastidio soprattutto di notte a letto. Uffa :(
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
faccia sapere