Utente 412XXX
Buonasera vi scrivo per mia mamma che ha quasi 81 anni , il problema è questo mia mamma è stata sempre in cura con cordarone ed a maggio in seguito ad una visita l'abbiamo portata in ospedale poichè c'era una fbrillazione in atto con una bassa frequenza..., pero' in ospedale non hanno potuto fare il carico di cordarone in fiale come le altre volte perchè secondo i medici non sarebbe servito alla reversione dato che era un fatto vecchio.le hanno prescritto oltre al cordarone (1 comp al giorno e coumadin 3/4...(da monitorare INR) OGGI andando a visita cardiologica hano riscontrato con E.C.G ARITMIA TOTALE DA FIBRILLAZIONE ATRIALE A FC DI 110 BPM asse elettrico tendente a sinistra.ATIPIE ASPECIFICHE DEL REC.VENTRICOLARE. Questo cardiologo ha desunto che la vecchia terapia con cordarone va sospesa e sostituita con cardicor 3,75 1 cp al mattino e lanoxin mite una cp al pomer per adesso in concomitanza con coumadin e poi dopo alcuni esami eventualmente con PRADAXA..
ora la mia domanda è questa quale terapia fare cordarone + coumadin o la seconda con cardicor e lanoxin???il tutto associato con coumadin?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Concordoi con il cardiologo: il cordarone attualmente e' inutile dal momento che la paziente e' in F.a. permanente e pertanto ci si limita a controllare la frequenza cardiaca, in questo caso con CArdicor e Lanoxin.
L'importante e'0 che la paziente sia in tyerapia con antiocoagulante orale o con Coumadin od uno dei NAO (a quell'eta' e' consigliabile apixaban)
Arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2016
Grazie dottore, quindi il cordarone non ha piu'motivo di essere assunto, mi chiedevo se il cardicor e lanoxin possano abbassare troppo la frequenza o comunque tendono a mantenerla in un certo range? seguiro' il cardiologo quindi e cambiero' terapie, buonasera e ossequi
[#3] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2016
Egregio dottore Cecchini o altri medici, volevo chiederle una cosa, come già scritto in precedenza mia mamma ha 80 anni ed è in fibrillazione atriale permanente, attualmente prende per questa patologia cardicor 3,75 mattino e lanoxin mite il pomeriggio da pochi giorni (quest'ultimo) insieme al NAO (eliquis 2,5 due x di) il coumadin non andava in range..., ultimamente la notte non riusciva a dormire perchè in dispnea , il medico ha consigliato allora due lasix al giorno , prima ne prendeva uno , ne ha aggiunto uno---(è VALIDO L'aumento a due?) il pomeriggio e sembra andare meglio...volevo chiedere come mai eliquis è preferibile a pradaxa? in relazione all'età? e lanoxin o (terapia digitale) che funzione ha e che giovamento porta?grazie
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
50 mg di lasix al giorno e' un dosaggio molto elevato , specie pèer persone anziane. tale diuretico dovrebbe essere sempre associato ad antialdosteronici per evitare effetti collaterali anche pericolosi.
Eliquis e Pradaxa sono sovrapponibili come efficacia, anche se il primo pare piu' maneggevole nell'anziano.
E' fondamentale che la paziente elimini il sale aggiunto nella dieta e beva almeno 1,5 litri di acqua al giorno (che e' l'esatto opposto che aumnentare la dose di diuretici).
LIl quadro di disidratazione della paziente e' intuibile dai valori non tanto e non solo della creatininemia quanto della azotemia (urea), oltre che degli elettroliti plasmatici

Arrivederci

cecchini
[#5] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2016
grazie dottore, quindi il lasix puo' essere pericoloso? in questo dosaggio? se ho capito bene sarebbe consiglianile usare un lasix e una compressa del gruppo dei antialdosteronici? come diuretico?, in realtà il cardiologo che l'ha in cura ci disse di dare la compressa di lasix al pomeriggio un giorno si e uno no---, non ho capito bene inoltre deve bere molto? e diminuire il sale? grazie ancora lei è gentilissimo e preparato dottore.grzie mille
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
In genere l'anziano non ha la percezione della sete e quindi beve meno di quanto dovuto.
Se poi vengono prescritte dosi elevate di diuretico e' ovviol che il paziente si disidrata.
L'antialdosteronico ha anche un effetto diuretico, ma fondamentalmente disinnesca il sistema renina angiotensina aldosterone che viene attivato in caso di disidratazioen indotta dalla furosemide.

In altre parole non e' che se una persona urina poco la cosa si risolva con il diuretico.
Se una persona beve 500 cc di acqua al di com'e' possibile pretendere che urini?

Arrivederci

cecchini