vene  
 
Utente 291XXX
Gentili Dottori,
sono una ragazza di 31 anni affetta purtroppo da insufficienza venosa con presenza di una vistosa varice sul polpaccio destro.
La varice per ora è asintomatica,però,in seguito a delle visite, mi hanno suggerito di trattarla con terapia sclerosante o chirurgica.
data la mia apprensione volevo chiedere a cosa vado incontro se non eseguo una di queste terapie,ma mi limito ad esempio a usare la calza e gli integratori..vedo tante persone in giro con le gambe piene di vene,ma in quei casi come si fa?bisogna toglierle tutte?
Infine vorrei chiedere un ultima cosa...avrei in mente di acquistare un ministepper da usare a casa,ho pensato che potrebbe aiutarmi fare un pò di movimento,però vorrei sapere se l'utilizzo dello stepper è indicato nel mio caso,o al contrario potrebbe affaticare le gambe e peggiorare ancora di più la situazione..ringrazio per l'attenzione e porgo Cordiali Saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
il trattamento delle varici degli arti inferiori richiede una precisa pianificazione sulla base di rilievi clinici e soprattutto strumentali (ecocolordoppler) in base ai quali viene identificata la strategia e l'estensione dell'intervento.
Esistono infatti diverse tecniche, chirurgiche e non, spesso integrate tra di loro, che il Chirurgo esperto metterà in atto secondo le indicazioni più appropriate al singolo caso.
La malattia varicosa lasciata a se stessa tende inevitabilmente a peggiorare, richiedendo nel tempo interventi sempre più invasivi con risultati meno stabili e lasciandoLa inoltre esposta alle complicazioni ad esse connesse (flebie, TVP, alterazioni cutanee, ecc.).
L'uso delle calze elastiche non è risolutivo ed è improponibile come unico rimedio alla Sua età.
Il tipo di attività fisica che indica (ministepper) è controindicato.
[#2] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dottore,
la ringrazio per il tempo dedicato nel rispondere ai miei dubbi,
ho già eseguito l'esame da lei citato (ecocolrdopler) ma mi hanno consigliato di aspettare l'autunno/inverno per intervenire.
Però volevo chiederLe..come mai l'uso dello stepper è sconsigliato?
Mi hanno detto che posso fare qualsiasi tipo di attività che metta in moto la circolazione (purchè non troppo faticosa) e quindi camminare,cyclette etcc..pensavo proprio che lo stepper fosse l'attrezzo ideale,perchè muovendo alternativamente i piedi sui pedali simulava una camminata,,ma lei mi dice di no,come mai?
Grazie,
Cordiali Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Quella che si realizza con i ministepper è una camminata "non fisiologica", ma contro restistenza simulando un percorso in salita o a gradini..
Tutti gli esercizi contro resistenza (compresi quelli eseguiti con gli arti superiori !) comportano aumento della pressione all'interno del sistema venoso, che in presenza di difetti valvolari (ecco l'importanza dell'ecocolordoppler), si scarica sul sistema venoso supeficiale, non adatto a regimi pressori elevati, determinandone lo sfiancamento progressivo con comparasa di varici.
[#4] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio Dottore,è stato molto chiaro,mi ha evitato un'acquisto sbagliato.
Rileggendo il referto dell'ecocoldopler,esso evidenzia appunto un difetto valvolare nel tratto superiore di safena,mi dedicherò ad altre attività,nuovamente porgo
Cordiali Saluti.