Utente 849XXX
Buonasera,
ho avuto l'ultimo parto cesareo 18 mesi fa. Attualmente ho la parte destra dell'addome meno sensibile rispetto alla sinistra. Il neurologo sostiene che il fatto possa essere imputato al cesareo. Sarei felice se voleste darmi vostro punto di vista. Grazie per l'attenzione e cordialità
[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
12% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Ha avuto problemi con la guarigione della ferita chirurgica?
[#2] dopo  
Utente 849XXX

Iscritto dal 2008
No, nessun problema.
[#3] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
12% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
In genere l'evento avverso più facilmente legato al cesareo, dove si utilizza una incisione trasversale bassa, è quello di vedere intrappolati nella sutura e, quindi, nella cicatrice chirurgica, rami del nervo ileo-inguinale o del nervo ileo-ipogastrico, specie al momento della sutura della fascia o guaina dei retti, allorquando ci si accinge all'apposizione dei punti di ancoraggio laterali. In questi casi, specie se con l'ago si trafigge lo spazio che separa l'obliquo esterno dall'obliquo interno o quello che separa quest'ultimo dal trasverso (in caso di sezione più alta), rami terminali o pre-terminali di uno dei due nervi possono venire compresi nel nodo del filo, determinando, non una insensibilità ma, al contrario, una sintomatologia algica molto evidente, nota col nome di causalgia.
Non credo che una insensibilità dell'emiparete addominale sia imputabile, quindi, al gesto chirurgico.
Credo, invece, più probabile una compressione su uno o più rami dei nervi intercostali o sulle radici più elevate del plesso lombare (a seconda dell'area sede di questa scarsa sensibilità), per cui riterrei opportuna una scansione RNM con mdc del rachide dorso-lombare, ovviamente sentito anche il parere di un ortopedico o di un neurochirurgo.


Saluti
[#4] dopo  
Utente 849XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio dottore per la chiarissime risposta. Anche il neurologo mi ha consigliato questa RM. Ho solo scordato di chiedere una cosa: il meZo di contrasto è compatibile con allattamento? Grazie ancora
[#5] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
12% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
A titolo precauzionale può tirar via il latte senza darlo al bambino per 3 giorni successivi all'esame, per poi riprendere l'allattamento tranquillamente dopo questo intervallo.


Saluti