Utente 413XXX
Salve,

scrivo a seguito di un fatto accaduto di recente. La persona in questione non sono io, bensì una persona a me molto cara, di 60 anni, obesa, che qualche giorno fa ha subito un intervento in laparoscopia per un'ernia inguinale. Vorrei capire se esiste una relazione tra difficoltà nella somministrazione dell'anestetico in zona peridurale e percentuale di grasso corporeo. Forse non sarà una relazione documentata ma probabilmente inferita dalla pratica clinica. Ad ogni modo, ho bisogno di sapere se l'accumulo di grasso nella zona lombare interferisce negativamente nella pratica, risultando in un maggior rischio di errori (come la stimolazione delle fibre nervose sottostanti).
Inoltre vorrei rendermi conto della frequenza di errori da parte di un anestesista esperto, sia che l'obesità sia o meno un fattore di rischio.
Mi rendo conto conto che potrebbero esserci un numero elevato di variabili che influenzano il successo di una epidurale indolore, ma vorrei semplicemente farmi un'idea.

Grazie in anticipo per la risposta.

VV

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Buon giorno, in linea del tutto generale, perchè non si conosce il paziente, e non si sa cosa sia successo, le posso tranquillamente dire che l'obesità può complicare di molto fino a rendere impossibile una anestesia peridurale.
Può succedere che si perdano i punti di repere e che il pannicolo adiposo sia talmente abbondante da rendere addirittura insufficiente la lunghezza dell'ago.
Spero di essere stata esauriente, saluti