Utente 413XXX
Buongiorno Dottori,
in seguito scrivo gli esiti dell'ecocolordoppler penieno dinamico che mi è stato eseguito, per difficoltà di erezione, che che da 3-4 anni non riesco a mantenere, se non farmacologicamente indotta (età: 25 anni).

Anamnesi: DE e riferito recurvatum penieno sinistro (da sempre).

Obiettività: ECOGRAFIA PENIENA CON VALUTAZIONE ECO-COLOR-DOPPLER DINAMICA
L'esame ultrasonografico del pene, eseguito con sonda lineare da 7.5 Mhz, attraverso scansioni longitudinali e trasversali, nella preliminare valutazione basale non ha mostrato alterazioni ecostrutturali a carico del corpo spongioso e/o dei corpi cavernosi e/o delle strutture tunicali e fasciali. Dopo inoculazione intracavernosa destra di PGE1 (5 mcg) si ottiene erezione completa, in tempi fisiologici. Non evidenza di alterazioni grossolane a carico della parete delle arterie cavernose, che risltano ben distribuite nei due emisomi.

Procedure seguite:
Lo studio color-Doppler delle arterie cavernose, eseguito a 5-10-15-20-25-30 minuti, ha evidenziato complessi vascolari con valori emodinamici nella norma (VPS 68 cm/s).
Buona la compliance dei corpi cavernosi per competenza del sistema eclino-sinusoidale.
Buona competenza del meccanismo veno-occlusivo.
Modesto recurvatum sinistro a partire dalla base, correlavìbile a lieve ipoplasia relativa (rispetto al controlaterale) del corpo cavernoso omolaterale.

Questo è il referto. Intanto avrei alcune puntualizzazioni da fare:
- il controllo non è stato fatto a 5-10-15-20-25-30 minuti. Lo specialista ha passato la sonda per 5 minuti circa dopo l'iniezione di pge1, quando ancora l'erezione non c'era, ma solo uno stato di lieve tumescenza. Come testimoniato dalle foto che mi ha rilasciato, il valore del VPS di 68 cm/s è stato rilevato a circa 5 minuti. Dopo di che se ne è andato dallo studio lasciandomi da solo per una decina di minuti, e dopo essere tornato ha dato una breve occhiata (1 minuto a dir tanto) e ha terminato l'esame.

- non è vero che ho raggiunto l'erezione completa. Ho avuto un'erezione diciamo al 70% (comunque direi appena sufficiente per la penetrazione) mentre era uscito dallo studio e quindi solamente nell'ultimo breve controllo, a circa 15 min dall'iniezione, prima di interrompere. Il grosso dell'esame (i primi 5 minuti) sono stati fatti con solo una lieve tumescenza.

Se può servire, ho la foto in cui si vede la vps di 68 cm/s. In questa foto ci sono delle scritte: RI1=0.88 PI1=2.29 PS1=68.6 cm/s MD1=8.6 cm/s S/D1=8.00 TAmx1=26.2 cm/s (valori a 5 minuti).
Ho altre foto con immagini simili ma sempre con picchi intorno ai 40 cm/s (rilevate sia nei primi 5 minuti che nell'ultimo controllo a 15 minuti).

Le domande sono due:
1) è attendibile l'esame, così come è stato eseguito?
2) l'esame (e in particolare il valore della VPS=68) è nella norma? Ci sono dei range di riferimento in cui collocare questa misurazione?

Grazie per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente
Attenendosi all'esame eseguito, non vi è alcuna alterazione vascolare che comporta una disfunzione erettile. I valori sono compatibili con una buona erezione. Importante è che ci sia un buon meccanismo venocclusivo. Il suo andrologo che dice riguardo a questa disfunzione erettile? Il recurvatum penieno è importante? Può influire sulla DE?
[#2] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2016
Sarà inclinato di una 40-45 gradi. Lui diceva che non può influire.

Il fatto è che nonostante tutte le visite, affiancate dalla psicoterapia (da cui nulla è emerso, nonostante il capitale speso), l'unica è il viagra.
[#3] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2016
Comunque ricito i valori numerici che ho scritti sulle foto:

RI1=0.88
PI1=2.29
PS1=68.6 cm/s
MD1=8.6 cm/s
S/D1=8.00
TAmx1=26.2 cm/s
(valori a 5 minuti).

Da sigle, valori e unità di misura mi sembra di capire che siano rispettivamente indice di resistenza, indice di pulsatilità, velocità sistolica si picco, v diastolica min., rapporto tra sistolica e diastolica, e l'ultimo non lo so.

l'RI non è al limite? e la velocità diastolica non dovrebbe essere sotto i 5 cm/s? I valori li ho scritti solo fino a 5 min, poi piu nulla. ho solo una foto a 15 min in cui si vede il picco che arriva a 40, e una breve interruzione dell'onda diastolica, ma senza valori scritti. poi ha interrotto l'esame.