Utente 409XXX
Buongiorno, ho 45 anni, sportivo, pratico podismo, non fumo, non bevo alcolici, sono un tipo molto ansioso, è ormai da più di un anno che prendo la pasticca per la pressione (Atenololo 50), 1 la sera, da quando assumo il farmaco la pressione si è sempre mantenuta nella norma. Il mio problema è che ogni volta che vado a misurarla, con un misuratore di quelli automatici, mi prende l'agitazione, quindi le prime due o tre volte mi da valori un po' alti(140-145/80-90), e per ottenere valori stabili la devo misurare anche per una decina di volte o più. La domanda è, se misurandola più volte come faccio io, con questi mezzi, la misurazione è sempre valida o dopo tot volte non è più da prendere in considerazione? Mi potreste dare un consiglio per affrontare la misurazione con la giusta calma?? E' da un po' di tempo che sento un ronzio nella testa e spesso ho caldo alle orecchie, può dipendere da un aumento di pressione?? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
assumere un beta bloccante come l'Atenololo in dose di 50 mg la sera è un controsenso.
I beta bloccanti vanno assunti di mattina, appena svegli, quando il tono adrenergico è massimo.
Inoltre sarebbe opportuno suddividere la sua dose in due volte, in coerenza con la farmacocinentica dell'Atenololo : di ciò deve parlare con il curante.
Alla sua età la P.A. deve essere intorno a 125/70 mmhg: ovviamente non dopo 10 automisurazioni.
Ho la sensazione che lei non sia adeguatamente coperto: faccia un holter pressorio 24h, e veda con il suo curante come realmente risponde alla terapia che potrebbe necessitare di una integrazione o di essere modificata.
Le consiglio anche un ecocolordoppler cardiaco per valutare lo spessore del ventricolo sn.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 409XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per la sua celere risposta, chiaramente sono seguito da un cardiologo, anche perché sono affetto da sempre da preeccitazione ventricolare intermittente tipo Kent, con sporadici episodi tachiaritmici mai documentati, ed è lui che mi ha fatto la visita specialistica, comprensiva di prova da sforzo, ecocuore, ecc., che mi ha prescritto questa terapia. Ho anche spesso delle extrasistole documentate da holter cardiologico, che il mio medico ha detto non essere pericolose. Seguirò il suo consiglio, di effettuare le ulteriori visite che mi ha consigliato, anche se penso che holter pressorio sarebbe meglio farlo nel periodo invernale, quando i valori tendono ad alzarsi. Per quanto riguarda lo sport, posso continuare a farlo senza problemi, o no? Chiaramente ho effettuato ed ottenuto senza problemi la visita per l'idoneità sportiva. Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Lei mi ha fornito dei dati sui quali io le ho risposto.
Ora aggiunge di essere affetto da una via accessoria e di aver avuto episodi tachiaritmici.
In questo modo lei svia il giudizio diagnostico somministrando la sua anamnesi con inutile parsimonia.
L'attività agonistica che lei svolge mal si concilia con la presenza di una via accessoria e con un'altra frequenza di scarica del NSA.
Chi le ha dato il placet evidentemente ritiene non sia così: ne parli con lui. Io la penso diversamente.
Le ribadisco che 50 mg di atenololo a sera la lasciano scoperto praticamente durante tutta la successiva giornata. Quando è attivo e ha maggiore bisogno di protezione.
Se Lei ritiene di aspettare dicembre per fare un holter pressorio, faccia pure.
Del resto un medico può consigliare ma non imporre.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.

[#4] dopo  
Utente 409XXX

Iscritto dal 2016
Grazie ancora, seguirò i suoi consigli ed effettuerò le visite di controllo che mi ha consigliato. A presto. Saluti.
[#5] dopo  
Utente 409XXX

Iscritto dal 2016
Mi scusi ancora un'ultima cosa, quando ho fatto l'ultima visita dal cardiologo, tra gli esami che mi ha fatto, c'è anche ecocardiogramma:
Ventricolo sx normale per diametri endocavitari, spessori parietali e cinesi segmentaria e globale (FE >50%). Flussometri transvalvolari nei limiti della norma. Sezioni destre normali. Visita effettuata in data 06/08/15.
Dovrei fare ugualmente, secondo lei l'ecocolordoppler cardiaco, o questo esame che ho effettuato è lo stesso che lei mi ha consigliato? Grazie ancora e scusi ancora per il disturbo.
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Se non è troppo datato va bene questo.
Se è di cinque anni fa o più lo ripeta.
Saluti,
Dott. Caldarola.