Utente 413XXX
Salve ho 33, pratico mountain bike a livello amatoriale.
Presento ciclicamente questi sintomi, l'ultima volta fu tra gennaio e febbraio.
In pratico sento oppressione toracica soprattutto nel petto sinistro, come a causare fiatone o meglio respiro che da l'idea di essere insufficiente, questo fastidio si irradia nei momenti di massima sofferenza al collo sx e al braccio sempre. Tutto migliora in posizione sdraiata ma non svanisce del tutto, contestualmente sono particolarmente stanco e mi rimane difficile fare sforzi. Questi episodi tendono a verificarsi in periodi in cui magari dormo male e infatti anche il sonno si fa intenso nelle fasi acute.
Poi dopo svariati giorni sparisce del tutto .
La pressione arteriosa e i battiti invece sono sempre regolari e ottimi.
L'ultimo fattore scatenante di questi giorni oltre a periodi di scarso sonno sembra essere stato un evento in mountain bike di lunga durata 135 km, che, nonostante ho cercato di affrontare a bassi regimi, al traguardo ha dato inizio ai primi campanelli che poi durante la settimana si sono trasformati nel solito fastidio, non a caso in un allenamento di scarico al mercoledì ho fatto molta fatica presentando inconsueti dolori muscolari al giorno successivo. Tanto da essermi imposto uno stop forzato fino a che questi sintomi non spariscono del tutto.
Inutile dire che ogni anno a settembre mi sottopongo a visita agonistica e analisi, sempre perfetti, tanto che il mio medico attribuisce sempre questi periodi al solo stress.
Ora la mia domanda è: può questo dipendere da sforzi eccessivi, periodi di carico intensi che tutto insieme hanno presentato il conto?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
lei da come scrive parla di una attività fisica di tipo agonistico.
Altro che amatoriale.
Questa non è consigliabile perché a lungo andare induce ipertrofia ventricolare sn e, checchè ne dicano alcuni/e saggi/e, l'ipertrofia ventricolare è patologia.
Non posso dirle da lontano da cosa dipenda il suo dolore: probabilmente è di natura muscolo - tendinea. Deve farsi valutare.
Come ogni sportivo che svolga attività agonistica, è necessario che lei faccia periodicamente un ecocolordoppler cardiaco, una prova da sforzo a carico massimale, ed un holter ECG/24h per valutare l'attività elettrica del suo cuore.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2016
Natura muscolo tendinea di cosa secondo lei?
Il fastidio si presenta in maggior presenza in piedi, o comunque svolgendo attività, migliora a riposo.
E proprio la sensazione di avere una specie di mano che "stritolasse" l'interno a essere fastidiosa come se in queste fasi respirassi con minor capacità. L'attività cardiaca sembra in regola e questo che mi lascia difficoltà nel capire cosa potrebbe essere. Domani consultero nuovamente il medico w vediamo cosa consiglierá.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
"Domani consultero nuovamente il medico w vediamo cosa consiglierà."
Decisione saggia e opportuna.
Le diagnosi si fanno sul paziente non davanti ad uno schermo.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2016
Di ritorno dal medico, per lui è sicuramente un problema muscolare, associato a astenia stagionale.
Non per sfiducia, anzi io sono contento di tal diagnosi. ma la peculiarità di una sintomatologia ricorrente e simile, mi porta a voler sentire un secondo parere, una seconda campana in questo caso potrebbe essere utile.
Per adesso la ringrazio.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
prego!
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2016
Rifatta una ecg sotto sforzo per toglierci altri dubbi. Tutto assolutamente regolare.
Quindi dolori muscolari assodati.
Dovrò investifare meglio su quella sensazione di respiro completo che talvolta si presenta.
Per adesso buono così!
[#7] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2016
Dunque, ho osservato un periodo di pausa, trovando benificio quanto meno generale, venerdì scorso ho avuto una piccola avvisaglia di una mezz'oretta in cui risentivo, questo strana sensazione respiratoria, al sabato invece ho fatto una gara e non ho avuto alcun problema.
Ieri ho fatto un'ora di allenamento indoor sui rulli causa mal tempo, ed oggi è tornata questa sensazione di respiro come annaspante nonostante comunque funzioni bene, e nel mentre che scrivo delle fitte sottoascellari, anche nel riposo pomeridiano avevo accusato probemi zona petto in alcune posizioni, questo sembrerebbe avvallare l'ipotesi muscolare, potrei avere qualche problema e con la posizione fissa sui rulli in bdc si e riproposta, azzardo da profano l'ipotesi.
Domani aggiornero il medico di base, secondo lei su cosa dovrei insistere per avere degli accertamenti?
Avendo rifatto poco tempo fa una ecg sotto sforzo con il cardiologo che non ha il sospetto di nulla su cosa si potrebbe indagare secondo lei?
[#8] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Sulla sua attività fisica e di allenamento: se venga eseguita correttamente o no.
Si consulti con un Medico Fisiatra.
Cordialità,
Dott. Caldarola.
[#9] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2016
Per il medico di base, non c'è assolutamente niente, mi ha proposto di prendere la tachipirina da 1000 per verificare se sono dolori muscolo scheletrici.
Ed eventualmente in seguito fare una verifica toracica.
[#10] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
Meglio così.
Cordialità,
Dott. Vincenzo Caldarola.