Utente 413XXX
salve,
Sono un ragazzo di 18 anni, premetto che circa 6 anni fa sn stato sotto psicofarmaci siccome soffrivo di attacchi d'ansia, sn stato sotto xanax E zolfot fino a 4 anni fa. Da circa 5 mesi si sono ripresentati questi attacchi sempre più frequenti, fino a quest'ultimo mese e mezzo siccome quasi ogni ogni giorno mi imbatto nell'ansia . Da circa 4 giorni sento delle specie di fitte con graduazioni di dolore differenti alla parte sinistra del petto. 2 giorni fa verso sera, mio padre mi ha accompagnato in ospedale siccome le fitte si facevano più frequenti e dolorose. Li mi hanno fatto le analisi del sangue e tutti i risultati sono in regola. Ma dopo 2 giorni dalle analisi le fitte sono rimaste, meno dolorose e meno frequenti ma comunque presenti. Raramente quando durante e non queste "fitte" mi svenire . Cosa potrebbe essere?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Guardi,
non ho capito l'ultima frase: lei perde anche i sensi? Sviene?
All'improvviso o durante un attacco di panico? Sviene per davvero o si sente prossimo a svenire?
Questo particolare è importante per capire molte cose.
Ha fatto almeno un ecocolordoppler cardiaco e un holter ECG/24h?
Comunque il dolore al petto, da come è descritto, non sembra provenire dal cuore.
Il disturbo da attacchi di panico, che aveva risolto con la Sertralina, purtroppo può recidivare. Come nel suo caso.
Pertanto ritorni al medico che le aveva dato la terapia con Zoloft e Xanax e curi il suo problema che non è cardiologico ma psichico.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2016
Mi scuso se non sono molto chiaro, comunque mi sento prossimi a svenire. Il giono che sono andato in ospedale mi hanno fatto un ecg ma era tutto nella norma
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Allora le confermo che la sua sofferenza non è di pertinenza del cardiologo ma dello Psichiatra e dello Psicoterapeuta.
Stia tranquillo: non è cardiopatico.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2016

Grazie mille e buona giornata
[#5] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2016
Mi scuso se le scrivo ancora, ma ieri ho avuto forti dolori nella parte sinistra del petto sopra al capezzolo verso senistra. una 40 min prima avevo preso un antidolorifico e dei tranquillanti omeopatici, ma il dolore è rimasto. É spempre ansia o mi devo preoccupare?
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Pare un dolore nevralgico esasperato in un contesto cardiofobico.
Questo con i limiti della distanza.
Tipicamente le nevralgie risentono poco dei FANS.
L'omeopatia, parere del tutto personale, è aria fritta.
Secondo me può tranquillizzarsi.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.