Utente 368XXX
Salve, sono una ragazza di 19 anni. Questa mattina stavo passeggiando tranquillamente per il centro e c'era un po' di caldo... Ho sentito un fastidio al petto (non cardiopalmo, erano abbastanza "flebili") e mi sono accorta di avere 150bpm (misurati). Eppure l'andatura alla quale procedevo era rilassata. Avevo abbastanza caldo e stavo un po' sudacchiando. Così mi sono seduta (sempre al sole) e i battiti sono scesi a 120 con svariate oscillazioni. Mi sembravano regolati eccetto qualche extrasistole qua e là. Ho fatto un eco 3 anni fa che non aveva evidenziato alcun problema e normalmente a riposo la mia frequenza di mattina di aggira sugli 80 (talvolta anche sui 90/100) mentre di sera dai 55/60. Cosa potrebbe essere stato? Non ero affatto ansiosa!
E come mai c'è questa oscillazione tra mattina e sera?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Se l'aritmia che riferisce è insorta improvvisamente e improvvisamente è regredita, potrebbe essersi trattato di una Tachicardia Parossistica Sopraventricolare.
O semplicemente di una tachicardia sinusale legata al caldo e alla vasodilatazione indotta.
Le consiglio di eseguire un Holter ecg/24h per valutare l'attività elettrica del suo cuore durante la giornata.
La prossima volta, se mai dovesse avere lo stesso sintomo che ha descritto, provi a mimare l'atto della defecazione in modo vigoroso per pochi secondi (manovra di Valsalva): se la frequenza scende immediatamente è probabile che sia una TPSV.
Altro via web non è possibile fare.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la sua risposta!
Comunque, non mi è parsa particolarmente improvvisa, nel senso che mi pare sia regredita in modo abbastanza graduale... se succederà ancora metterò sicuramente in atto il suo suggerimento!
Un ultima domanda: secondo lei quali potrebbero essere i fattori implicati nella situazione di tachicardia o quasi mattutina a riposo e la lieve bradicardia di sera? O meglio... come mai vi è una tale differenza? Premetto che non bevo caffè o fumo sigarette! Grazie
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Al mattino prevale il tono simpatico, fondamentale perché l'organismo si rimetta in movimento e affronti la giornata.
Alla sera prevale il tono vagale .
Ciò provoca dei ritmi che si chiamano circadiani e uno di questi è la frequenza cardiaca: più alta al mattino, tendente alla bradicardia alla sera.
Non vi è nulla di patologico. tutt'altro.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.