Utente 411XXX
Salve sono una ragazza di 19 anni e da quasi una settimana accuso delle fitte/bruciori al petto (parte destra)..in un punto ben preciso che può essere localizzato circa tre dita più sopra del seno. La pressione arteriosa è nella norma, i battiti un po accelerati ma non più di 100 (forse determinato dal fatto che quando mi viene il dolore mi agito). Tengo a precisare che sto uscendo da un periodo difficile fatto di visite mediche e ipocondria che sto cercando di curare. Mesi fa accusavo forti dolori alla testa ed ero praticamente convinta che ero malata di sclerosi multipla. Dopo una serie di analisi tra cui tac, RM negative mi sono tranquillizzata. La dottoressa di famiglia(cui vado a farmi visitare ogni settimana) ha notato una contrattura a livello cervicale ed essendo visitata da molti neurologi mi hanno diagnosticato una cefalea muscolo tensiva da origine ansiosa o forse cervicale perchè assumo posture molto scorrette. Durante il mio periodo di ipocondria al PS quando accusavo dolori al petto (convinta di avere un infarto) hanno effettuato ECG nella norma e analisi del sangue con conseguenti enzimi nella norma, tutto questo due mesi fa. Adesso chiedo potrebbe questo fastidio/ dolore al petto nella parte destra essere conseguente dalla postura scorretta che assumo? perchè il dolore è strano..non lo accuso sempre ma solo quando faccio dei movimenti con il petto e la spalla. Da giorni oltre al dolore ho notato che come sempre il collo è contratto e le scapole doloranti quando mi muovo. Leggendo su internet ho trovato tante malattie collegate a ciò tra cui l'angina e ostruzioni delle arterie. Sono davvero in ansia perchè questo dolore non passa...ma c'era qualcosa che non andava tipo ostruzioni dovevano essere evidenti dall'elettrocardiogramma? Grazie dell'eventuale risposta!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi proprio il tipo di dolore che lei riporta e la sua durata non sono certo di origine cardiaca.
Mi meraviglio che una ragazza di 19 anni sia stata sottoposta ad un TC per motivi banali esponendola ad una quota non indifferente di radiazioni .
Il suo e' un problema di carattere ansioso e quindi di pertinenza psicologica o psichiatrica e non certo cardiologica.

Arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 411XXX

Iscritto dal 2016
Gentile dottore la ringrazio per a sua tempestiva risposta. In effetti il dolore dopo qualche giorno è scomparso, forse si trattava di un dolore intercostale. Tengo a precisare che la tac cranio è stata eseguita da protocollo al pronto soccorso quando arrivai con forti mal di testa e conseguenti vertigini. Ancora oggi sto combattendo con la cefalea muscolo tensiva e gli sbandamenti anche se non è risultato nulla neanche dalla risonanza magnetica (eseguita senza nessun consenso dai neurologi che mi hanno visitato, ma solo per togliermi ogni dubbio). Volevo porre un ultima delucidazione a livello cardiologico: i miei battiti cardiaci sono sempre un po più alti della norma. La mattina quando mi sveglio sono nella norma (82-86) ma durante la giornata arrivano anche a 98. Ma la pressione arteriosa è nella norma. Se ci fosse stato qualche problema si sarebbe evidenziato dall'elettrocardiogramma? forse incide anche il fatto che conduco una vita sedentaria e non trovo mai del tempo per svolgere attività fisica? Quando mi agito e misuro i battiti arrivano anche a 100 e sono molto preoccupata. Sono andata più volte dal mio medico di famiglia che mi ha detto che deriva tutto dall'ansia e che ho già effettuato una visita cardiologica al ps! Il mio medico di famiglia non mi vuole sentire piu...
Graize dell'eventuale risposta.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Concordo con il suo medico
Ansia


Cecchini