Utente 870XXX
Buongiorno,

da circa un mese ho notato un puntino blu-verde sulla porzione latero-palmare sx dell'indice della mano sx. Dimensioni c.ca 1mm^2. Non so se sia una mia impressione ma mi pare si sia colorata leggermente un solco tra le creste dermiche (2 settimane circa, ma una cosa quasi imprecettibile, tant'é che non so se sia o meno suggestione).
Inoltre ho notato un piccolo nevo nella porzione palmare della II falange del II dito del piede dx nella piega tra le falangi. Dimensioni anche qui millimetriche con puntini neri piccolissimi.
Sono andato dal dermatologo.
1. per il nevo blu ha detto che non c'erano problemi ma quando ho parlato di comparsa recente (o meglio, d'averlo notato da un mese) lo ha riguardato. Ha commentato che per ora "niente di che" ma meglio tenerlo d'occhio. Controllo tra un anno ma se aumenta (raddoppia) in 3-4 mesi, nuovo controllo immediato. Ha detto che non c'é comune accordo sui nevi blu. Alcuni dermatologi sostengono di toglierli subito, altri no. Vista l'età (29 anni) ha detto che potevamo attendere e tenerlo sotto stretto controllo perché i nevi blu sono considerati a rischio (soprattutto se neocomparsi o, in generale, per i nei blu e non che compaiono sulle dita). Io ho già da una vita un altro nevo palmare (mano dx) modificatosi poco in moltissimi anni ma sempre valutato come benigno.
2. per il nevo del piede anche quello l'ho notato pochi giorni fa (dopo quello del dito ho scandagliato ogni millimetro della mia pelle), quindi non so da quanto sia presente (da poco? Da tutta la vita? Boh!). Sinceramente non ricordo d'aver parlato di comparsa recente al dermatologo anche per questo nevo plantare... Comunque ha detto che é un piccolo nevo poco pigmentato e che per ora può rimanere lì.

Domande.
Mi é venuta l'ansia sul nevo blu... Soprattutto dopo aver letto informazioni su Internet...
Come mai non si é preferito toglierlo e buonanotte? E' veramente molto piccolo ora, colore uniforme e azzurrino acqua (é profondo, sotto le papille dermiche). Se cresce non significa che sono già "spacciato"? E' logico aspettare? (Il dermatologo ha detto che essendo nuovo tenderà a crescere ma dovrà farlo molto lentamente).
Per entrambi i nevi, sono in posizioni carognose. Quello blu sul dito (es. viene premuto quando giro il volante o faccio lavori manuali, così come anche quello palmare). Quello del piede perché vado spesso in montagna, a correre, e quindi non credo passi una vita molto tranquilla.
Ho notato un certo disaccordo sulle lesioni plantari e sul traumatismo cronico correlato alla degenerazione maligna.
Come al solito non mi sento granché tranquillo. Seguo il consiglio del dermatologo quindi aspettare e lasciarli dove sono per ora?


Cordialmente.
Giovanni
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Giovanni,

pur attenendoci all'esperienza del Collega e fidandosi di ciò che egli ha asserito è fondamentale comprendere che:

una neoformazione pigmentata di qualsiasi forma o genere che insorge primariamente (ovvero di nuova insorgenza) sulla cute deve essere ispezionata dal dermatologo mediante l'insostituibile ausilio della EPILUMINESCENZA - tecnica avanzata di imaging cutaneo, non invasiva ed immediata (come una ecografia).

ove sussista il minimo dubbio su tale lesione - tale lesione deve essere ricontrollata a breve o direttamente asportata e posta ad esame istologico.

nel caso specifico, un nevo blu di neo insorgenza a 29 anni, a mio avviso può porre di questi dubbi.

si ridetermini con il suo dermatologo ed esponga le sue perplessità con il rispetto che la contraddistingue, ma in piena libertà. soino certo che i dubbi saranno chiariti.

carissimi saluti
[#2] dopo  
Utente 870XXX

Iscritto dal 2008
Durante la visita la Dottoressa ha visionato TUTTI i miei nevi con un apparecchietto con un manico ed una lente.
Sinceramente non ho notato se vi fosse o meno la luce...
Si tratta di epiluminescenza oppure era solamente uno strumento per l'ingrandimento.
Anche il nevo blu é stato guardato per due volte con questo apparecchio.
Per correttezza sottolineo che proprio la Dottoressa ha insistito perché in questi 3-4 mesi effettuassi un controllo severo sul nevo.


Saluti.
Giovanni